Danni al settore oleario: clima ostile e produzione non sempre specializzata VIDEO

3267

Produzione col segno meno quest’anno per l’olio extra vergine di oliva nelle province di Palermo e Trapani, con perdite che vanno dal 10 al 60 per cento. Una situazione non certo bella, che ha origine da vari fattori: clima sfavorevole, siccità e produzione non specializzata.

Della situazione abbiamo parlato con il Presidente della CIA Sicilia Occidentale Antonino Cossentino:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus: due nuove “zone rosse” a Sambuca di Sicilia e Mezzojuso
Articolo successivoContrasto alla violenza di genere
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.