Riserva dello Zingaro, da raccolta fondi 4 fototrappole donate al Corpo Forestale

1928

Dopo il devastante incendio del 30 agosto, da raccolta fondi sul web arrivano 4 fototrappole contro i piromani donate al Corpo Forestale di Castellammare: “Per noi vuol dire tanto”

Da sx, ispettore Giuseppe Geloso, Ispettore Sandro Romano, Nicolas Calia e il Funzionario Stefano Caruso

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Quattro fototrappole per “lo Zingaro” donate dopo una raccolta fondi sul web: un piccolo ma significativo gesto contro i piromani che hanno devastato la Riserva naturale Orientata dello Zingaro lo scorso 30 agosto, mandando in fumo circa 1300 ettari di Riserva. L’iniziativa è stata lanciata sulla pagina Instagram “Visit Sicily” dal suo fondatore Nicolas Calia, di Salemi. “Il giorno stesso dell’incendio dello Zingaro ho lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe da donare allo Zingaro per l’acquisto di qualcosa di utile. – spiega l’ideatore della Raccolta fondi e fondatore di @visit__sicily Nicolas Calia – Così, dopo aver contattato il Corpo Forestale mi è stato consigliato l’acquisto delle fototrappole contro i piromani”.

Il pochi giorni Nicolas ha raccolto 567 euro che ha usato per l’acquisto di quattro fototrappole impermeabili Full HD con visione notturna adatte per sorvegliare boschi e zone di montagna. Nei giorni scorsi la consegna è avvenuta al Distaccamento del Corpo Forestale di Castellammare del Golfo alla presenza degli Ispettori Giuseppe Geloso, Sandro Romano e del Funzionario Stefano Caruso.

“Per noi si tratta di un importante gesto da parte della società civile. Abbiamo apprezzato la concretezza del gesto, soprattutto dopo le polemiche e le critiche controproducenti che spesso vengono rivolte al Corpo Forestale regionale dopo gli incendi. Noi, tra mille difficoltà, siamo quotidianamente impegnati per la tutela del territorio e dei nostri boschi, con la massima attenzione per la Riserva dello Zingaro. Per questo motivo – ha sottolineato ad Alqamah.it l’Ispettore Geloso – siamo grati a tutti quelli che hanno contribuito alla raccolta fondi e a Nicolas Calia che ha deciso di donarci queste preziose fototrappole che verranno usate per la prevenzione degli incendi alla Riserva dello Zingaro”.

Su Instagram, ad accompagnare la foto della consegna delle fototrappole, i ringraziamenti per chi ha donato: “I soldi da voi donati per l’incendio alla riserva dello zingaro sono stati usati per comprare delle fototrappole che vengono utilizzate per la sorveglianza del territorio da parte delle Forze dell’Ordine, al fine di prevenire reati contro l’ambiente!! Grazie per aver donato”.

Quel che resta della Riserva dello Zingaro: in fumo circa 1300 ettari di macchia mediterranea. “Viali parafuoco hanno salvato strutture e rifugi”