Castellammare. Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e possesso di segni distintivi contraffatti

3774

CASTELLAMMARE. I Carabinieri del N.O.R. della Compagnia di Alcamo, unitamente a personale del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia, hanno tratto in arresto in flagranza il 23enne castellammarese Roberto PADUVANO per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e possesso di segni distintivi contraffatti.

Nella giornata di mercoledì, i Carabinieri hanno effettuato una perquisizione a casa del giovane che, sebbene incensurato, era noto ai militari che da tempo lo stavano monitorando.

Il fiuto del cane anti-droga Lego ha permesso subito di rinvenire ben 45 grammi di marijuana, 15 grammi di sostanza da taglio, materiale per il confezionamento in dosi e un bilancino per la pesatura dello stupefacente.

Un controllo più accurato, inoltre, ha permesso di rinvenire anche una paletta su cui erano stati apposti su entrambi i lati due adesivi catarifrangenti contraffatti, del tutto identici a quelli utilizzati dalle Forze dell’Ordine, riportanti il logo della Repubblica e la scritta “POLIZIA MUNICIPALE DI FAVIGNANA”. Per tale ultima violazione, che costituisce reato, la legge prevede pene severe che vanno dai due ai cinque anni di reclusione.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

A seguito del rito direttissimo, l’Autorità Giudiziaria ha disposto a carico del giovane la misura dell’obbligo di presentazione alla P.G.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo Marina, le spettacolari immagini della nascita delle tartarughe. VIDEO
Articolo successivoCoronavirus. In Sicilia le Unità Speciali di Continuità Assistenziale scolastiche