L’avvocato di nuovo in aula consiliare

663

Erice, indagine parcheggio: a Palazzo Cavarretta torna l’avv. Toscano Pecorella

Lunedì prossimo torna a reinsediarsi nello scranno consiliare di Palazzo Cavarretta, a Trapani, sede del Consiglio comunale, l’avv. Massimo Toscano Pecorella. Fu sospeso dal prefetto dopo la misura cautelare che assieme alla sorella, la sindaca di Erice, subì (divieto di dimora a Trapani ed Erice) nell’ambito della indagine per abuso. Una inchiesta ruotata attorno alla concessione del nulla osta da parte del Comune di Erice ad una società, della quale per la Procura l’avvocato Toscano sarebbe stato socio occulto. Il Tribunale del Riesame di Palermo, in due udienze distinte, ha revocato le misure cautelari, di contro sono venute meno le sospensioni decise dalla prefettura. Anche la sindaca di Erice, Daniela Toscano, per due mesi ha dovuto lasciare l’incarico politico. Nei giorni scorsi la prima cittadina di Erice è tornata a sedere in Municipio, lunedì a Trapani stessa cosa per il fratello, che tornerà alle funzioni di consigliere comunale. Per questi due mesi il plenum consiliare a Trapani è stato garantito dall’insediamento della dottoressa Azzurra Tranchida, al posto di Toscano Pecorella. Oggi l’avvocato Toscano ha diffuso questa nota:
“Torno al ruolo ed alla funzione istituzionale che mi sono stati affidati dai cittadini elettori di Trapani, con la massima serenità d’animo, che mi ha accompagnato anche nei momenti più duri di una vicenda che ha segnato profondamente la mia esistenza sotto il profilo umano e professionale. Torno ad assumere la responsabilità di Consigliere Comunale con una rinnovata fiducia nei principi costituzionali che ognuno di noi è chiamato a rispettare. Torno alla politica con sentimento e passione, rifuggendo da ogni forma di risentimento. La vicenda giudiziaria che mi ha chiamato in causa non ha scalfito la mia fiducia nella magistratura. Il Tribunale di Palermo, sezione per il riesame, ha decretato infatti la regolarità della procedura eseguita dal comune di Erice in ordine alla vicenda dei parcheggi nonché il perseguimento di un interesse pubblico in un area balneare turistica priva di parcheggi Comunali e che ha chiuso il proprio ragionamento sostenendo che : …. alla luce delle risultanze dedotte va esclusa la realizzazione dell’evento tipizzato dalla fattispecie incriminatrice.
La stessa fiducia che ho avuto nei miei atti, nelle mie scelte, che non hanno mai oltrepassato il limite della legge. La mia azione politica e consiliare ha sempre avuto Trapani come riferimento e come obiettivo. E continuerà ad essere Trapani a tracciare il mio percorso d’aula. Non è il momento delle polemiche ma dell’impegno e dell’attenzione nel continuare a sotenere l’azione amministrativa in linea col programma elettorale che ho condiviso a suo tempo con tutta la coalizione e nei confronti delle vertenze aperte sul nostro territorio. Intendo continuare a dare, con rinnovato vigore, il mio contributo a sostegno dell’Amministrazione del Sindaco Tranchida ed in sintonia con le dinamiche interne alla maggioranza consiliare. C’è tanto lavoro da svolgere, che va portato a termine continuando con i fatti e con gli atti. Sono sicuro che il buon governo e una azione consiliare determinata e propositiva, garantirà un virtuoso percorso di crescita e di sviluppo. Il mio contributo disinteressato ed improntato alla trasparenza ed all’affermazione dei principi di legalità è rinnovato ed ampiamente voluto”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus: arrivati in Sicilia i primi tamponi rapidi
Articolo successivoArrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato in una villa