Castellammare 2.0: “Dimissioni in caso di reati di mafia. L’auspicio è che il Consiglio tutto, approvi l’ordine del giorno”

1629

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Ordine del giorno: “Dimissioni in caso di indagini per reati di mafia”, questa la proposta di Castellammare 2.0, con l’auspicio che “l’ordine del giorno venga votato all’unanimità dal Consiglio”.

Il documento al quale fa riferimento la nota del gruppo politico è la deliberazione di giunta n. 170 del 4 luglio 2012 – “Dimissioni in caso di indagini per reati di mafia”.

Per meglio specificarne il contenuto, nel documento inviatoci, vengono sottolineate le premesse:

“Premesso che in ogni Comune devono sempre albergare legalità e trasparenza oltre che integrità in capo ad ogni Amministratore Comunale per un sereno vivere sociale ed un ottimale operato amministrativo:

Ritenuto pertanto necessario adottare misure idonee per conseguire sempre più risultati positivi alla luce delle leggi nazionali e regionali volte a contrastare il fenomeno mafioso;

Considerato pertanto che si appalesa opportuno che alle iniziative legislative nazionali e regionali volte a contrastare il fenomeno mafioso, si accompagni anche, da parte degli Amministratori, comportamenti che preservino le Istituzioni da sospetti e disagi particolarmente rilevanti qualora un Amministratore sia soggetto ad indagini giudiziarie relative a reati di mafia, anche se non ancora pervenute a rinvio a giudizio o a misure restrittive della libertà personale;

Considerato che in questo Comune i consiglieri comunali intendono allontanare dalla Istituzione- Comune-P.A. ogni disagio e sospetto e dimostrare trasparenza e disinteresse personale a permanere, pur se indagati, nell’incarico, anche nelle ipotesi in cui ciò sia consentito dalla normativa in materia;

Pertanto, per assicurare esemplarità e onorabilità, i consiglieri comunali procederanno a rassegnare le proprie dimissioni ove venissero a conoscenza di essere indagati per reati di mafia”.

In sintesi un documento che vuole spingere tutto il Consiglio Comunale a riflettere su quanto scritto in passato e quindi, visto la situazione attuale, magari ripercorrere quella scelta.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteConsiglio Comunale Castellammare: variante, acque reflue, modifiche a statuti…
Articolo successivoCoronavirus: da Regione 2,5 mln per spiagge libere