Peculato in Curia

1744

Trapani: Nuova udienza preliminare dopo la richiesta di rinvio a giudizio dell’ex Vescovo Francesco Micciché

Il giudice delle udienze preliminari Samuele Corso ha rinviato al 25 giugno prossimo la prosecuzione dell’udienza di oggi riguardante la richiesta di rinvio a giudizio dell’ex Vescovo di Trapani Francesco Miccichè, indagato per il reato di peculato. Probabilmente sarà la prossima udienza a definire i contorni della vicenda processuale e quindi le parti cominceranno ad entrare nel merito. La Procura con il sostituto procuratore Sara Morri insisterà con molta probabilità sulla richiesta, la difesa con l’ avvocato Caputo ha prodotto una serie di documenti anche di natura finanziaria. Il confronto quindi non è entrato ancora nel vivo, il pm peraltro ha chiesto l’accertamento dei riscontri alle indicazioni della difesa agli organi di polizia giudiziaria. I fatti contestati dalla Procura risalgono al 2007 e riguardano due conti corrente sui quali confluivano le risorse destinate al fondo per gli interventi caritativi e alle esigenze di culto pastorale. Come nelle oprecedenti udienze, l’ex vescovo Miccichè ha preferito restare assente.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAll’U.P.G.S.P. della Questura arrivano il nuovo dirigente e sei agenti
Articolo successivoZone Economiche Speciali, l’opinione di Sicindustria e CGIL