Alitalia va via da Birgi, la reazione di Airgest e il futuro dello scalo trapanese VIDEO

13508

Un abbandono che da’ uno scossone e che di sicuro è stato già avvertito e si avvertirà anche nel prossimo futuro. Una vicenda che preoccupa tutti, specialmente perché il piano di rilancio dello scalo aeroportuale trapanese potrebbe ave una battuta d’arresto e quindi la vicenda Bigi avere un finale negativo.

La prima reazione è stata quella di Airgest, la società presieduta da Salvatore Ombra che gestisce l’aeroporto trapanese, fortemente preoccupata per la decisione di Alitalia, oltretutto a pochi giorni dalla riapertura dopo il lockdown da coronavirus. Una decisione improvvisa e unilaterale che fa decadere da luglio le rotte quotidiane da Trapani Birgi verso Roma Fiumicino e Milano Linate, nonostante i biglietti già venduti. “E, inoltre, Alitalia ad oggi non ha mai firmato il contratto con il comune di Marsala che le avrebbe garantito, in modo di rapido e diretto, oltre 600 mila euro grazie alla legge regionale 24/2016”.

La decisione sarebbe da ricollegare al guadagno, che secondo la compagnia aerea non c’è.

Abbiamo intervistato Salvatore Ombra, presidente di Airgest, sulla vicenda e sul futuro dello scalo trapanese “Vincenzo Florio – Birgi”:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLe divisioni si supereranno facendo sintesi? VIDEO
Articolo successivoDroga, operazione “Tornado”, 13 arresti allo Sperone VIDEO
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.