Da lunedì nuova modalità di raccolta rifiuti. Risolta criticità organico.

5090

ALCAMO. L’amministrazione alcamese ha siglato il contratto d’appalto per l’esecuzione del servizio provvisorio di spazzamento, raccolta e trasporto per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani differenziati e indifferenziati ed altri servizi di igiene pubblica, nel territorio dell’ARO Alcamo per la durata di 6 mesi. L’impresa appaltatrice è lATI FL. Mirto srl capogruppo (sede legale San Cipirello) e CAMEDIL COSTRUZIONI SRL mandante (sede legale San Giuseppe Jato).

E stata risolta la criticità relativa al conferimento dei rifiuti organici, poiché l’Amministrazione ha individuato l’impianto di conferimento che può ricevere i nostri rifiuti, sebbene ubicato fuori regione. Riprendere a differenziare i rifiuti organici da quelli indifferenziati consentirà di far raggiungere al nostro comune le percentuali di raccolta differenziata cui eravamo abituati.
Da lunedì 8 giugno quindi ci sono importanti novità nel servizio di raccolta rifiuti: si torna a separare i rifiuti indifferenziati dai rifiuti organici; per la raccolta dei rifiuti ci sarà un unico calendario e la città non sarà più suddivisa in zone (azzurra e verde)
Per tutti i tipi di rifiuti la raccolta è prevista dalle ore 6,00 in poi; il conferimento (esposizione dei rifiuti) invece deve avvenire dalle 21.00 (del giorno prima) alle 6,00. I giorni di raccolta con indicazione delle tipologie di rifiuti da raccogliere sono indicati nel prospetto allegato che evidenzia il calendario per utenze domestiche e non domestiche.
Dichiara il Sindaco Domenico Surdi: “Sono molto contento che la città torni a differenziare i rifiuti con le modalità consuete. La separazione tra rifiuti organici e indifferenziati consentirà di raggiungere e, spero, superare, gli alti livelli di raccolta differenziata che hanno sempre contraddistinto la nostra città. Si chiude una stagione della gestione dei rifiuti che è stata, soprattutto, negli ultimi tempi, difficile e controversa. Adesso vogliamo voltare pagina sottoscrivendo al più presto il contratto con la ditta che gestirà il servizio per i prossimi sette anni. Ora è necessaria la collaborazione di tutta la cittadinanza per il rigoroso rispetto del nuovo calendario di raccolta, invito tutti a rispettare le regole, sarà cura della Polizia Municipale e delle Guardie ambientali effettuare i controlli necessari”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncendio a Monte Cofano, in fumo ettari di riserva naturale
Articolo successivoComitato Pendolari: “La regione Siciliana oltre ad ANAS dovrebbe chiedere i danni a RFI Spa”