Festa della Repubblica: il 2 giugno corona d’alloro davanti il monumento ai caduti nella villa comunale.

400

In serata il palazzo municipale di Castellammare del Golfo illuminato con il tricolore

La deposizione di una corona d’alloro davanti il monumento ai caduti e l’illuminazione del palazzo municipale con il tricolore: martedì 2 giugno, per la festa della Repubblica, l’amministrazione comunale ha previsto una cerimonia in forma ristretta in osservanza delle disposizioni ministeriali di contenimento dell’epidemia da Covid-19.

Alle ore 11 il sindaco Nicolò Rizzo ed il presidente del consiglio comunale Mario Di Filippi deporranno una corona d’alloro davanti il monumento ai caduti che si trova all’interno della villa comunale Regina Margherita.

Una breve celebrazione alla quale seguirà in serata l’illuminazione del palazzo municipale di corso Mattarella con il Tricolore della bandiera italiana.

 «Oggi più che mai, con l’emergenza coronavirus in corso, sentiamo l’importanza dell’essere protagonisti della storia della Repubblica Italiana che nel 74° anniversario ci fa riscoprire l’importanza dell’unità per consegnare a tutti ed in particolare ai nostri figli, un Paese sano, da ogni punto di vista, per il quale è essenziale il contributo di ognuno. Il nostro pensiero, nel giorno della festa della Repubblica –afferma il sindaco Nicolò Rizzo– andrà a chi ha lottato per la nascita di un Paese forte, ed oggi purtroppo non c’è più anche a causa dell’epidemia che stiamo affrontando. Una lotta che vede in prima linea gli operatori sanitari ai quali rivolgiamo il nostro grazie unitamente ai tanti cittadini italiani che si sono spesi e continuano a spendersi per la collettività, mantenendo in primo piano democrazia, libertà, benessere ed il valore della solidarietà costruendo una grande comunità coesa».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl cuore grande di barbieri e parrucchieri: “Il 15 giugno taglio e piega gratis per medici e infermieri”. VIDEO
Articolo successivoCastellammare, via libera all’ampliamento dei dehors: l’amministrazione sceglie una modalità veloce