Discariche abusive, a Castellammare partono le bonifiche. Pugno duro contro incivili

758

Dopo i nostri articoli sulle vergognose condizioni di alcune zone periferiche della città, il Sindaco Rizzo ha avviato una serie di bonifiche straordinarie. “Seguirà l’installazione di telecamere di controllo. Neanche l’emergenza coronavirus ha fermato chi in maniera seriale abbandona rifiuti”. VIDEO 1. VIDEO 2

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Al via la bonifica del territorio con la rimozione di amianto, ingombranti e sfalci di potatura su più zone della città. A partire dal prossimo fine settimana e nel corso della prossima, in più giornate, sarà effettuata un’operazione di bonifica per rimuovere rifiuti pericolosi come l’amianto ed ingombranti segnalati ed individuati dopo sopralluogo dell’ufficio tecnico comunale.

È quanto annunciato in una nota dal Sindaco Nicolò Rizzo, dopo le segnalazioni del nostro giornale avvenute nei giorni scorsi. Infatti avevamo denunciato le condizioni di due zone periferiche, tornate ad essere invase dai rifiuti nonostante l’emergenza Covid: Contrada Conza e Contrada Fraginesi. Ma sono diverse le zone usate dagli incivili, deturpando l’ambiente, oltre che gravare pesantemente sulle casse comunali.

Come anticipato dal nostro giornale, le discariche abusive presenti in varie zone, seppur bonificate più volte, tornavano delle vere e proprie discariche a cielo aperto dopo pochi giorni con rifiuti speciali e pericolosi. Le zone interessate dalle bonifiche sono: Fraginesi (zona chiesa Maria SS di Custonaci), Marmora, Castellaccio, Passo satiro, Conza e molte altre.

“Abbiamo predisposto, di concerto con la ditta Agesp, una bonifica del territorio che durerà circa 10 giorni per eliminare rifiuti anche pericolosi come l’amianto, presente soprattutto in serbatoi di eternit abbandonati, in aree individuate e segnalate tramite sopralluoghi dell’ufficio tecnico. -afferma il sindaco Nicolò Rizzo in una nota – Dopo la bonifica si provvederà all’installazione di telecamere di controllo sul territorio comunale poiché neanche l’emergenza coronavirus ha fermato chi in maniera seriale abbandona rifiuti alimentando incivilente  vere e proprie discariche nelle zone soprattutto periferiche. Per questo, riattivate le procedure per far partire il nuovo servizio di raccolta rifiuti che dovrebbe rappresentare la svolta, ci auguriamo che i comportamenti civili diventino abituali e che la differenziata sia finalmente effettuata correttamente. Auspichiamo si comprendano finalmente i gravi danni causati dal punto di vista igienico-ambientale e alle casse comunali a causa dei costi sostenuti per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati in pericolose discariche abusive”.

Il Sindaco Rizzo ha annunciato, quindi, che dopo la bonifica si provvederà all’installazione di telecamere di controllo sul territorio comunale, in attuazione del regolamento approvato l’anno scorso dal Consiglio Comunale rimasto fino ad oggi inattuato.

Castellammare, il Covid non ferma le discariche abusive. VIDEO

Fraginesi, quelle discariche abusive che indignano. VIDEO

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, controllo dei territorio: un arresto e due denunce
Articolo successivoCoronavirus, stabile la situazione nel trapanese: resta un solo caso
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.