Castellammare, la Lega chiede verifiche su Viadotto. Il Sindaco: “Da Anas rassicurazioni, ma pronti a chiedere ulteriori verifiche”

791

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il circolo della Lega di Castellammare, con una nota firmata dal Commissario locale Giovanni Scaraglino, ha denunciato, nei giorni scorsi, le “precarie condizioni” della bretella che congiunge l’autostrada con l’uscita di Castellammare del Golfo e con altri Comuni limitrofi. Si tratta del cosiddetto“Ponte Bartolomeo”, costruito intorno agli anni 70. Il Commissario Scaraglino, dopo un sopralluogo, ha provveduto a scrivere all’Anas Sezione di Trapani e all’Assessorato Regionale delle infrastrutture e della mobilità. Il Sindaco Rizzo, dopo le rassicurazioni ricevute due anni fa, si dice pronto a chiedere ulteriori interventi di controllo e manutenzione all’Anas.

“Il quadro che emerge è visibilmente critico viste le condizioni precarie e di degrado strutturale cui versa il Ponte San Bartolomeo, che riporta alla luce un problema cronico delle infrastrutture. – ha affermato Scaraglino in una nota – Un problema già portato alla luce ben due anni fa dal Sindaco Rizzo, dopo diverse segnalazioni di tanti cittadini che avevano sollecitato la questione ed il quale affermava di aver ricevuto risposte verbali rassicuranti dai tecnici dell’Anas sull’assenza di problemi strutturali e che sarebbe stata attuata la manutenzione nel più breve tempo possibile.” Dopo il sopralluogo, Scaraglino ha costatato che “la situazione sta peggiorando in maniera drastica”.

Nel 2018 il Sindaco Rizzo aveva ricevuto rassicurazioni da parte dell’Anas per quanto riguarda i controlli e gli interventi di manutenzione.

Nonostante sia trascorso molto tempo e nonostante la tragedia avvenuta a Genova con il crollo del Ponte Morandi circa due anni fa che ha lasciato dentro tutti noi sgomento e amarezza ad oggi la situazione non è cambiata anzi il Ponte San Bartolomeo risulta agli occhi con notevoli ferri scoppiati che hanno ovviamente indebolito in maniera notevole la struttura che necessita di accertamenti urgenti considerato che ad oggi continua ad essere percorso da innumerevoli passanti che lo attraversano quotidianamente nonostante le criticità di notevole pericolo. Ne emerge un quadro alquanto preoccupante, ed infatti per amor di verità occorre ritornare indietro e ricordare l’esondazione del fiume San Bartolomeo avvenuta nell’anno 2009, che ha messo a rischio il Ponte facendo addirittura saltare l’asfalto così come riferito dall’Anas. Orbene, le parole rassicuranti non bastano, ma è necessario agire ed intervenire attuando i fatti prima che sia troppo tardi. Chiediamo all’Anas – scrive Scaraglino – una verifica strutturale necessaria al fine di verificare se il Ponte ha bisogno di interventi o limitazioni del traffico, dunque se stabile o meno, con successivi monitoraggi per accertarne la sicurezza dell’infrastruttura che risulta essere vecchia. Chiediamo dunque che venga effettuato un sopralluogo urgente da parte degli uffici competenti per procedere al monitoraggio dello stato di manutenzione del ponte interessato quotidianamente da un intenso traffico veicolare anche da mezzi pesanti a maggior ragione con l’arrivo dell’estate periodo in cui tutti vanno in vacanza e sappiamo bene le lunghe code che saranno costrette, a soffermarsi, anche ore ed ore nel ponte San Bartolomeo. La tutela della sicurezza stradale – conclude Scaraglino – costituisce una priorità inderogabile per la sicurezza dei cittadini tutti, pertanto auspichiamo che queste verifiche possano essere attuate con urgenza prima che sia troppo tardi”.

In merito alla segnalazione della Lega, il Sindaco Nicolò Rizzo precisa che “già pochi mesi dopo l’insediamento abbiamo chiesto alla sede centrale dell’Anas la verifica urgente della situazione di ponti e viadotti sul territorio comunale come ben fa presente il commissario comunale della Lega Sicilia di Castellammare del Golfo. L’ente – sottolinea Rizzo interpellato da Alqamah.it – ha risposto alla nostra facendo presente che non ci sarebbero problemi strutturali e assicurandoci un controllo trimestrale dei ponti di loro competenza. A distanza di tempo – conclude Rizzo – siamo disponibili a chiedere ulteriori verifiche su ponti e viadotti in territorio cittadino per accertarne la sicurezza in particolare per quel che riguarda lo stato del ponte sul fiume San Bartolomeo, sollecitando approfonditi interventi di controllo e manutenzione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, in Sicilia 4 nuovi contagi e un decesso
Articolo successivoIn Sicilia aumenta la differenziata. Alcamo solo il 37,4% e Castellammare 29,1
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.