“Io resto a a casa ma tutelo il futuro”

1036

Nell’ambito del progetto Velammare, il giorno 20 maggio 2020, gli alunni dell’indirizzo Trasporti e Logistica (ex Nautico) e le classi quinte dell’indirizzo Chimica Materiali e Biotecnologie, opzioni Ambientale e Sanitario, dell’ “I.I.S.S. Mattarella-Dolci” di Castellammare del Golfo, hanno partecipato ad una sessione in videoconferenza “IO RESTO A CASA MA TUTELO IL FUTURO” in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Trapani, Fare Ambiente e la Lega Navale, sezione di Castellammare del Golfo. L’evento coordinato dal Nostro indirizzo TTL (Conduzione, Apparati e Impianti Marittimi) ha visto la partecipazione di Francesco Bernardi C.C (CP) , Capo Servizio Capitaneria di Porto di Trapani, Bernardi, della dott.ssa Francesca Del Luca, socio FareAmbiente, i quali hanno illustrato agli alunni del nostro istituto, importanti spunti di riflessione sulle tematiche legate alla difesa dell’ambiente. Temi quali biodiversità, preservazione del territorio, del patrimonio culturale, raccolta differenziata, cambiamenti climatici, consumi eco.-sostenibili nel campo marittimo, sono tutti termini che i Ns illustri relatori hanno relazionato ai ragazzi dell’istituto, per riflettere sull’importanza di questa urgente sfida che l’uomo è chiamato ad affrontare. E’ fondamentale che si parta proprio dalle scuole dice la prof.ssa Anna Bica, Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. Mattarella Dolci per promuovere in positivo iniziative per la condivisione della conoscenza della tutela dell’ambiente legati al proprio territorio e alla propria scuola diffondendo un messaggio concreto di come il diritto ad un ambiente sano debba essere un diritto di tutti e di come si possa essere e diventare cittadini attivi e consapevoli. E’ importante che queste iniziative vengono prodotte nella scuola dice il prof. Dario Agueli, moderatore dell’evento e docente di Meccanica e Macchine dell’istituto. I ragazzi hanno svolto tante bellissime iniziative in questo anno scolastico primo tra questi il progetto “Salviamo il mare con una zattera” che grazie alla partecipazione di FareAmbiente e alla Lega Navale, Sezione di Castellammare del Golfo e di tutti i docenti dell’indirizzo TTL, ha visto i nostri ragazzi parte attiva di questo importante progetto con l’obiettivo di immaginare, costruire e sperimentare nuovi strumenti verso il tema della difesa nel campo marittimo. E’ fondamentale che la cura per il contesto e l’ambiente in cui viviamo, diventi il punto cardine dell’educazione alla cittadinanza, che percio’ si fonde inestricabilmente con l’educazione ambientale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVilletta Internicola affidata a dei cittadini privati
Articolo successivoCapaci, Barbagallo: “Inestimabile lezione di coraggio e dedizione”