Prevenzione incendi: ordinanza del sindaco Rizzo obbliga i proprietari a ripulire i terreni entro il 14 giugno

1081

Da 15 giugno al 15 ottobre vietato accendere fuochi e bruciare materiale erbaceo

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Ordinanza del sindaco Nicolò Rizzo per la prevenzione degli incendi nel periodo estivo: entro il 14 giugno i proprietari di aree agricole non coltivate e di varie aree a verde incolte, devono provvedere alla pulizia eliminando sterpaglie, erbe secche, rifiuti ed altro che “possa essere veicolo di incendio”.  Nei terreni di estensione superiore a 3mila metri quadri  è ammessa l’apertura di viali parafuoco distanti almeno 6 metri dal confine con le proprietà limitrofe da estendere a  20 metri in corrispondenza dei confini su strada.

Obbligo di comunicare l’avvenuta pulizia al sindaco per il tramite dell’Ufficio Comunale di Protezione Civile.

In caso di mancata comunicazione dell’avvenuta pulizia “per la constatazione d’ufficio nel caso di mancato diserbo di aree incolte sarà elevata una sanzione pecuniaria da euro 173 ad euro 695”. Per  ogni ettaro o frazione di ettaro incendiato, è prevista una sanzione che va da 51 a 258 euro

Inoltre dal 15 giugno al 15 ottobre 2020 in prossimità di boschi, terreni agrari, lungo le strade comunali e provinciali, è vietato accendere fuochi di qualsiasi genere, usare apparecchi a fiamma libera o elettrici che producono faville.

“Ogni anno nonostante le misure di prevenzione adottate su più fronti, gli incendi estivi bruciano migliaia di ettari di terreni ferendo gravemente il patrimonio cittadino –dice il sindaco Nicolò Rizzo. L’abbandono e l’incuria di terreni da parte dei privati fanno proliferare vegetazione, rovi e di sterpaglia, che nella stagione estiva sono causa predominante di incendi con gravi danni al patrimonio boschivo, all’ambiente e pesanti conseguenze di natura idrogeologica”.

“Come stabilito nella recente ordinanza emessa è importantissimo comunicare l’avvenuta pulizia in modo tale che possano essere effettuati mirati servizi di controllo da parte della polizia municipale in collaborazione con la forestale al fine di prevenire gli incendi, non incorrere nelle sanzioni e contribuire tutti -conclude il sindaco Nicolò Rizzo- al mantenimento dell’equilibrio ambientale, del decoro e dell’economia cittadina, garantendo la sicurezza e l’incolumità pubblica”.

L’ordinanza fa presente che “chiunque avvisti un incendio è obbligato a darne immediata comunicazione ai vigili del fuoco (115) o al servizio antincendio boschivo del corpo forestale (1515) o alla polizia municipale (0924592547), fornendo le indicazioni necessarie per l’individuazione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Il teatrino palermitano”
Articolo successivoCoronavirus, in provincia resta un solo caso positivo