Non gli assegnano la casa popolare e lui brucia l’auto del sindaco

2258

Gibelllina: i Carabinieri arrestano un uomo

Il Comune di Gibellina gli nega l’assegnazione di un alloggio popolare e lui per vendetta da’ fuoco all’auto del sindaco Salvatore Sutera. Il fatto risale al mese scorso, nella notte del 4 aprile il gesto che turbo parecchio la comunità belicina, il rogo dell’auto apparve subito di natura dolosa, e commesso in un periodo in cui nonostante l’emergenza Covid il Comune stava cercando di riconquistare un suo posto tra le città’ impreziosite dai tesori dell’arte. Gibellina ha costruito il suo rilancio dopo il terremoto del 1968 proprio con collocazioni e iniziative artistiche, Sutera ha raccolto così l’eredità del compianto ex sindaco Ludovico Corrado. Il rogo dell’auto del sindaco Sutera ha fatto pensare a trame intimidatrici pericolose, al tentativo della criminalità di controllare fondi pubblici. Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno presto svelato, autore e movente. Stamane è stato così arrestato su ordine della Procura di Sciacca, Antonino Bivona, 42 anni. Sarebbe stato lui a dar fuoco all’auto del primo cittadino, una vendetta per non essersi visto assegnare un alloggio popolare. Bivona ora si trova recluso nel carcere di Sciacca.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCane smarrito in autostrada nei pressi di Dattilo-Trapani: il personale dell’Anas e Polstrada gli salvano la vita
Articolo successivoDl Rilancio, fondi per le ex zone rosse siciliane. Sostegno economico anche per Salemi
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.