Una spaccatura che non scandalizzerebbe

756

Movimento 5 Stelle Sicilia: espulso ad Aprile il Deputato Tancredi, di conseguenza non ci si poteva non aspettare una ulteriore spaccatura nel Movimento in Sicilia, infatti un documento di quattro Deputati regionali rende ancor più evidente la “crepa”

foto presente nella pagina di Angela Foti

Una nota firmata da quattro Deputati regionali siciliani del Movimento 5 Stelle (vicepresidente dell’Ars Angela Foti, Matteo Mangiacavallo, Valentina Palmeri ed Elena Pagana), nella quale si concretizzano “i giorni difficili quelli che sta attraversando il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle in Sicilia. Giorni difficili che hanno portato i nodi al pettine di un gruppo che non è più tale. Quando vengono meno i principi del dialogo, della solidarietà tra colleghi e del rispetto, valori che ci hanno guidato nel corso di otto lunghi anni, viene meno non solo lo spirito di un gruppo, ma anche il desiderio di farne parte, la voglia e i progetti per i quali si sta insieme. E non ci riferiamo semplicemente ad una palese diversità di intenti tra quelli del ‘no’ e quelli delle ‘idee buone’ che non sono né di destra né di sinistra”.

La centralità della figura Tancredi e rapporti politici

Tutto ruota intorno al Deputato Tancredi, espulso dal Movimento ad Aprile non senza polemiche ed una divisione che si è resa palese in occasione del voto finale sulla manovra del governo Musumeci con il voto favorevole di Tancredi e le astensioni di Palmeri, Mangiacavallo, Pagana e Foti che hanno dato una mano alla maggioranza. Qualcuno ha parlato di un gruppo di 5 Stelle “musumeciano” e altri hanno invece hanno sottolineato che tra i dissidenti c’è un rapporto politico stretto, per esempio nel caso della Deputata alcamese, Valentina Palmeri, in particolare si è rinforzato alle ultime elezioni regionali.

Scissione o “denuncia”

Una possibile scissione che certo non è una novità per chi segue le dinamiche dell’Assemblea Regionale Siciliana, anche se bisogna sottolineare la valenza di “denuncia” di una situazione che certo non giova al Movimento 5 Stelle, che già da un po’ soffre per un dialogo serrato interno e non solo in Sicilia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSamonà e quell’attacco a Mattarella, Fava: “Qualcuno gli spieghi che la Regione Siciliana è figlia di una Costituzione antifascista”
Articolo successivoCoronavirus: sempre più guariti e meno ricoveri, ma 7 nuovi positivi
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.