Sequestro e furto

1292

Favignana: vittima un’anziana benestante di origini milanesi, indagano i Carabinieri

Serpeggia un po’ di paura sull’isola di Favignana dopo che la popolazione isolana è venuta a conoscenza di una vicenda che risale ad un paio di sere addietro, protagonista una donna anziana sorpresa e derubata nella sua casa da tre malviventi. Non è stato un episodio estremamente violento, la donna non ha avuto nemmeno bisogno di cure mediche particolari, non è stata nemmeno refertata, ma certamente l’anziana è stata in preda alla paura per qualche tempo e sotto choc ha chiesto l’aiuto dei Carabinieri una volta che i tre malfattori sono andati via. La donna, settantenne, di origini milanesi, da qualche tempo vive sull’isola, gestisce un residence e lì abita da sola. In una zona però isolata nei pressi di Cala Rossa. Due sere fa è stata sorpresa in casa dai tre rapinatori che in maniera rude e violenta l’hanno costretta a consegnare loro il denaro che aveva con se e alcuni oggetti preziosi in oro. Il bottino pare essere stato ingente. Poi sono andati via. Episodi di questo genere a Favignana nessuno li ricorda, a parte i furti che di tanto in tanto riguardano le residenze estive, abbandonate nel resto dei mesi dell’anno, e anche per questo una volta che la notizia si è diffusa, qualcuno oltre chi ha fantasticato un po’ sull’accaduto, introducendo nei racconti scene truci che per fortuna della donna non ci sarebbero state, ha preso seriamente la cosa e in diversi si sono messi paura per eventuali criminose repliche. I Carabinieri dell’isola e del nucleo investigativo della Compagnia di Trapani stanno lavorando al caso, per dare un volto ai tre delinquenti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, pasticcio sullo streaming del Consiglio Comunale: diretta senza audio. Poi collegamento con Zoom
Articolo successivo“Allmayer”: c’è il via alle trattative per acquistare l’edificio di Viale Europa
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.