Devastata la scuola “gemellini Asta”

2824

Istituti preda dei vandali

foto di repertorio

Istituti scolastici presi di mira da ladri e vandali. Accade nel territorio di Erice. L’ultima segnalazione arrivata sul tavolo del sindaco di Erice Daniela Toscano porta la data di venerdì 24 aprile. Riguarda alcuni furti e atti vandalici nel Plesso “Asta” di via Caruso a Erice. Il Dirigente Scolastico, la professoressa Antonina Filingeri, in particolare spiega che: “ignoti malviventi hanno forzato e danneggiato – in alcuni casi dice la professoressa Filingeri, irrimediabilmente – armadi, mobili porta PC, porte, finestre e sono stati distrutti i distributori automatici di caffè, merendine e bevande”. Ma i malviventi non si sono fermati a questo. “È stato anche manomesso e disattivato – continua la dirigente scolastica – il sistema di videosorveglianza, e trafugato il relativo impianto di videoregistrazione”. Dopo averne constatata l’entità è stato chiesto l’intervento degli agenti della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica che hanno effettuato un accurato sopralluogo tecnico. Al vaglio degli inquirenti ogni piccola traccia lasciata dai malviventi. Lo scorso 21 aprile ancora sul tavolo del sindaco Toscano era giunta la richiesta di vigilanza da parte del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Giuseppe Mazzini” di Erice Trentapiedi in via Cesarò. Nei locali del plesso Mazzini il giorno prima si erano verificate delle incursioni furtive. Anche in quel caso è intervenuta la Polizia. In quella richiesta di vigilanza inviata dalla professoressa Annalisa Giacalone, c’era di più. “Nel pomeriggio – scrive ancora – un collaboratore scolastico che si apprestava ad aprire i locali del medesimo plesso per far effettuare a ditta specializzata gli interventi di sanificazione resi necessari a seguito dell’incursione estranea, ha notato la presenza di non meglio identificati individui nell’atrio esterno dell’edificio, probabilmente intenti a perpetrare ai danni della scuola un altro intervento furtivo, peraltro già segnalato tempestivamente alle stesse forze di polizia”. Proprio per scongiurare il verificarsi di altri episodi del genere, incentivati probabilmente dalla chiusura dei locali scolastici a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, la dirigente scolastica ha chiesto al sindaco Daniela Toscano “di intensificare i controlli da parte della polizia municipale nei pressi dell’edificio scolastico ed eventualmente anche negli altri plessi scolastici”.

*fonte Giornale di Sicilia edizione di Trapani

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente25 Aprile, “una splendida giornata di passione”
Articolo successivo“Bellissima” attacca, Tranchida risponde