Furti a Triscina, Carabinieri arrestano giovane di Castelvetrano

594

CASTELVETRANO. I Carabinieri della Stazione di Marinella – guidata dal Maresciallo Salvatore Mangiaracina – con il supporto dei colleghi della Sezione Radiomobile, hanno tratto in arresto con l’accusa di furto aggravato in abitazione, Misuraca Giampiero, castelvetranese, disoccupato e gravato da precedenti di polizia specifici.

Il particolare momento che stiamo vivendo, segnato da un’emergenza sanitaria che costringe i cittadini a permanere presso le proprie abitazioni se, da un lato, ha abbattuto l’indice della delittuosità, comportando un sensibile calo dei reati predatori, dall’altro, ha esposto i beni e le dimore presenti nelle aree più isolate del territorio a possibili aggressioni da parte di malintenzionati. Ciò è ben noto ai militari della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano che, nel predisporre un dispositivo rafforzato di controllo del territorio, hanno tenuto in primaria considerazione le zone di villeggiatura quasi deserte. Nel corso di uno di questi servizi, appresa la notizia che nella frazione di Triscina si stavano verificando dei furti in abitazione, i militari operanti hanno raggiunto immediatamente la zona segnalata, dove hanno notato il Misuraca Giampiero, soggetto noto alle forze dell’ordine, scappare a piedi. Insospettiti dalle circostanze, i militari hanno seguito i movimenti del giovane, mentre una pattuglia di rinforzo si recava presso le abitazioni in cui si erano verificati i furti per effettuare un attento sopralluogo.

Gli accertamenti svolti presso l’abitazione del Misuraca e gli importanti elementi di riscontro rinvenuti nel corso del sopralluogo, hanno permesso ai Carabinieri di dimostrare il coinvolgimento dello stesso in svariati furti perpetrati in quella frazione. La refurtiva rinvenuta, tra cui un televisore, un flex, un mixer musicale ed altri beni, è stata sottoposta a sequestro, in attesa di essere riconsegnata agli aventi diritto.

Il giovane, dichiarato in arresto, al termine delle formalità di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Trapani, su disposizione della Autorità Giudiziaria ed è in attesa di udienza di convalida, oltre ad essere stato multato per la violazione delle norme di contenimento alla diffusione del virus “COVID-19”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAncora solidarietà dei pescatori di Castellammare, donati oltre 100 kg di pesce alle famiglie bisognose 
Articolo successivo“Un quadro certo e completo della dotazione finanziaria”, l’Allmayer a Castellammare e Calatafimi.