Castellammare: “Io resto a casa ma penso al futuro”

1074

L’istituto Nautico Mattarella Dolci di Castellammare del Golfo incontra l’ Istituto Tecnico Superiore “Fondazione G. Caboto” di Gaeta

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Nell’ambito delle attività di orientamento in uscita, il giorno 20 Aprile 2020, gli alunni delle classi 4B e 5 B dell’Istituto Nautico “I.I.S.S. Mattarella-Dolci” di Castellammare del Golfo, hanno partecipato ad una sessione di orientamento in videoconferenza in collaborazione con l’ I.T.S. “Fondazione G. Caboto” di Gaeta.

L’evento coordinato dal Nostro indirizzo TTL (Conduzione, Apparati e Impianti Marittimi) ha visto la partecipazione del Direttore dell’ I.T.S. “Fondazione G. Caboto” di Gaeta. Clemente Borrelli e del Responsabile del settore orientamento nella persona del Sig. Gennaro Ventrone, i quali hanno illustrato agli alunni del nostro istituto, le importanti possibilità che gli Istituti tecnici Superiori offrono ai diplomati.

L’I.T.S. “Fondazione G. Caboto” di Gaeta., attraverso la promozione e la diffusione della cultura tecnica e scientifica, nasce con l’obiettivo dice il Direttore dell’I.T.S. Fondazione G. Caboto” Fondazione Clemente Borrelli, di contribuire a dare risposta ai fabbisogni formativi non solo dello shipping, bensì di tutto il settore economico che si sviluppa intorno al mare: da quello turistico alla pesca, da quello delle infrastrutture e info-mobilità e della logistica all’acquacultura fino alle costruzioni. Grazie alle relazioni aziendali maturate nel suo territorio di riferimento, la Fondazione ’ITS “G. Caboto” non si identifica con la sola Provincia di Latina, ma con l’intero Paese.

L’I.T.S. “Fondazione G. Caboto” di Gaeta, ha stabilito inoltre, importanti collaborazioni con le maggiori Compagnie di Navigazione e con i piu’ importanti Porti Turistici e aziende del settore marittimo garantendo in tal modo ai suoi allievi, una formazione in alternanza, tale da garantire elevate opportunità occupazionali.

È quindi, fondamentale che il percorso di orientamento in uscita parta dal quarto anno o ancora prima, dice la prof.ssa Anna Bica, Dirigente Scolastico dell’I.I.S.S. Mattarella Dolci, in modo da accompagnare il giovane nella sua crescita professionale anche perche’ un individuo formato ha piu’ probabilità di poter realizzare i propri sogni. La scuola, inoltre, ha il compito di promuovere scelte responsabili peri i futuri diplomati, con la consapevolezza che la cultura e un buon bagaglio di competenze, accompagnati da un buon voto di diploma, costituiscano il presupposto di una brillante carriera.

E’ importante che queste iniziative vengono prodotte nella scuola dice il prof. Dario Agueli, moderatore dell’evento e docente di Meccanica e Macchine dell’istituto, proprio in quella Comunità educante che ha anche il dovere di orientare gli alunni verso scelte corrette e responsabili, offrendo loro quel ventaglio di opportunità per garantire come gli ITS sono capaci di fare, un’alta formazione professionalizzante.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, controlli alimentari in Sicilia: multe al mercato di Comiso
Articolo successivo25 aprile a Castellammare, prevista la deposizione corona d’alloro ai piedi del monumento ai caduti