Migranti al largo di Trapani

1564

Sono in 156 sul mercantile Alan Kurdi
Dovrebbero essere trasferiti su una nave della Gnv appositamente attrezzata per trascorrere il periodo di quarantena i 156 migranti a bordo della nave della Alan Kurdi soccorsi nei giorni scorsi nel Mediterraneo.
La nave della Ong che ieri si trovava al largo delle coste trapanesi, adesso si è avvicinata al porto di Palermo dove verrà fatto il trasbordo su un traghetto della compagnia GNV in arrivo da Bari. Ieri il capo della Protezione Civile Angelo Borelli ha firmato il provvedimento di quarantena in mare, su richiesta della ministra delle infrastrutture Paola De Micheli, e il Governatore della Sicilia Nello Musumeci aveva messo a disposizione la motonave «Azzurra» della Gnv.
Lo conferma il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che è in contatto con il capo missione della Ong tedesca Jan Sibbecck: «Il governo italiano – dice Orlando – ha finalmente accolto la proposta che in tanti abbiamo rivolto per mettere in quarantena i migranti salvati dalla Alan Kurdi su una nave a largo del porto di Trapani. Possono così essere messi in sicurezza siciliani e migranti». «E’ un atto di umanità e di rispetto delle convenzioni internazionali – sottolinea il sindaco di Palermo – in un tempo di emergenza nel quale forte è l’esigenza di rispettare il diritto alla vita e alla salute di tutti».

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, l’aggiornamento nelle province della Sicilia
Articolo successivoCastellammare, la raccolta dell’organico prevista anche il giovedì