Giudice di Pace di Trapani: annullate 2 fatture idriche per oltre 5 mila euro

649

Due condomini uno sito in Erice ed un altro in Valderice, avevano citato in giudizio l’EAS per chiedere l’annullamento di due fatture spropositate. Una risaliva ai consumi degli anni 2010-2011 di € 2.600 euro, l’altra ai consumi 2013 per un ammontare pari ad € 2.900, sebbene entrambe fossero state inviate a distanza di quasi cinque anni. L’Avv. Vincenzo Maltese, che ha difeso le ragioni di entrambi i condomini, aveva posto l’attenzione del giudice sul fatto che EAS avesse ancorato i consumi per l’anno 2010 a quelli del 2011 con il tentativo (vano) di salvarli dalla prescrizione quinquennale, inviando pertanto nel 2015, un unica fattura per i consumi 2010-2011. Il resto delle misurazioni apparivano invece del tutto presuntive e forfettarie, frutto di medie rispetto alle pochissime letture dei contatori effettuate negli anni in questione.

Prima del blocco delle udienze il Giudice di Pace adito, il dott. Vincenzo Vitale, aveva posto in decisione le due cause e nei giorni scorsi, accogliendo in pieno le argomentazioni difensive, sono arrivate le due sentenze. “Una delle due sentenze ha confermato che EAS non poteva fatturare due anni, ancorando i consumi 2010 (già prescritti al momento della notifica della fattura) a quelli del 2011. Per il resto, si tratta di orientamenti già consolidati che vedono un modus operandi del gestore idrico, quello del calcolo delle eccedenze, spesso del tutto fuori da ogni logica, spiega l’Avv. Vincenzo Maltese. “Son contento perchè in questo periodo di blocco sociale per le note restrizioni imposte, dove comunque dal governo nazionale non sono state previste moratorie, continuando ad arrivare  bollette di luce, acqua e gas, con il pagamento persino per qualcuno delle rate di finanziamenti e affitti, senza introiti da redditi di lavoro – conclude il legale – queste famiglie almeno non saranno chiamate ad esborsare anche queste somme”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAtterrato a Palermo un carico di 40 tonnellate di dispositivi acquistato dalla Regione. VIDEO
Articolo successivoCampobello: regolamentazione degli accessi dei cittadini negli esercizi commerciali di alimentari