Coronavirus. Trapani: stare a casa, controlli e rinvio delle tasse

7397

Trapani come tanti comuni è alle prese con le restrizioni dettate dal non far propagare il coronavirus, così si intensificano i controlli in strada e il sindaco redarguisce duramente i cittadini che non rispettano le disposizioni.

Parole decise quelle del primo cittadino di Trapani, Giacomo Tranchida, contro quei cittadini che non rispettano le disposizioni in tempo di coronavirus. Non solo parole dure, ma anche controlli intensificati e denunciati, in più Tranchida sarebbe favorevole alla presenza dell’esercito. Infine in un intervista abbiamo parlato di tasse e di economia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteNuova stretta del Governo. Conte: “Tutto chiuso se non strettamente necessario. Ci vorrà tempo, ma è necessario”
Articolo successivoAnimali domestici e coronavirus: le regole e le precauzioni
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.