Castellammare, il Sindaco: “Restiamo a casa e non facciamo i falò”

648

Altro appello del sindaco Nicola Rizzo alla cittadinanza. La consegna domiciliare di farmaci e alimentari sarà filtrata dalla polizia municipale (0924592542) concordando una parola chiave

“Restiamo a casa. Vi raccomando di non uscire neanche per fare i tradizionali falò di San Giuseppe. Atteniamoci alle comunicazioni ufficiali e non facciamo la caccia all’untore, soprattutto sui social, perché le autorità sanitarie sanno cosa fare; non facciamoci prendere dal panico e manteniamoci ragionevoli e responsabili. Ricordo che giovedì 19 marzo a partire dalle ore 19, sarà fata la disinfezione di tutto il territorio comunale, comprese le periferie”.

Il sindaco Nicola Rizzo lancia ancora un appello alla cittadinanza invitando a rimanere a casa e ad osservare le misure per evitare il contagio da coronavirus. “Potenzialmente ognuno di noi può contagiare senza saperlo ed invito ad evitare immotivati atteggiamenti persecutori perché al momento non sono registrati casi di contagio da coronavirus in città e ci sono persone in isolamento da giorni per più motivazioni come il rientro da altre zone d’Italia -spiega il sindaco Nicola Rizzo-. Purtroppo ci sono cittadini che ancora non comprendono e continuano ad uscire senza motivo.. Serve l’aiuto ed il supporto di tutti: andiamo a fare la spesa una volta a settimana ed una persona per volta, usciamo se ci servono farmaci e per nessun altro motivo. Nessuno si senta escluso o immune. Le regole stabilite dal Governo ci salvano la vita, quindi rispettiamole!»
«Ribadisco che ci siamo per ogni esigenza, lavoriamo ininterrottamente unitamente a tanti volontari, alle ditte e società che erogano servizi ed alle forze dell’ordine. Purtroppo in periodi emergenziali affiorano anche i comportamenti di chi senza scrupoli potrebbe approfittare dei più deboli: proprio per tutelarli -prosegue il sindaco Nicola Rizzo- abbiamo predisposto altre e più restrittive misure per chi ha necessità della consegna a domicilio di farmaci e spesa”.

Da oggi per la consegna domiciliare di farmaci e alimentari per anziani, disabili o persone impossibilitate a muoversi da casa o soggetti in quarantena senza familiari, occorre chiamare il numero della polizia municipale 0924592542, dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 15 alle 18 dal lunedì al venerdì ed il sabato solo di mattina, e concordare la consegna. Sarà stabilita una parola chiave con l’interlocutore e la polizia municipale la trasmetterà all’associazione di protezione civile Anopas. I volontari consegneranno  i prodotti sull’uscio di chi non può uscire dopo aver esibito lo scontrino con la cifra spesa, che è a carico del richiedente.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, ecco il Piano d’azione della Regione Siciliana
Articolo successivoCoronavirus, altre limitazioni per il transito nello Stretto di Messina