“Corti in 40ena”, l’iniziativa per raccontare l’esperienza della quarantena

1394

Un breve cortometraggio per raccontare la quarantena. L’iniziativa lanciata da due Festival di Cinema indipendente: il Cici Film Festival e il Pigneto Film Festival.

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Un breve cortometraggio per raccontare questi giorni di quarantena dentro le mura domestiche. È questa l’idea lanciata dal Pigneto Film Festival di Roma e dal CICI Film Festival di Castellammare del Golfo.

Il bando di partecipazione è ufficialmente aperto. L’evento è stato ribattezzato “#Lockdown, cortometraggi in quarantena”. L’iniziativa è aperta a tutti i festival italiani che vogliono aderire al progetto.

“Racconta con un breve video originale la tua esperienza in quarantena, senza filtri e generi, così da creare una memoria audiovisiva indelebile di questi tempi unici e speriamo irripetibili. Il bando non ha limiti di età e nazionalità. Non si tratta di una competizione, ma di un modo per creare una memoria storica di questo periodo unico che stiamo vivendo, per cercare insieme di trarne anche una riflessione.  – spiegano gli organizzatori – Puoi scegliere il genere che più preferisci, cortometraggio, documentario, animazione, videoclip musicale: requisito fondamentale è raccontare questo periodo da un punto di vista originale. Dai spazio alla tua fantasia e mettiti subito al lavoro!”.

Le opere realizzate devono avere la durata massima di 3 minuti, il bando scade il 3 aprile 2020. I corti più interessanti ed emblematici verranno proiettati durante un’iniziativa che verrà organizzata dal Pigneto Film Festival e dal Cici film festival non appena sarà possibile.

Invia il tuo cortometraggio a pignetofilmfest@gmail.com o info@associazioneciazionecici.com.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, Musumeci: “Potenziare i controlli per i nuovi arrivi dal Nord”. VIDEO
Articolo successivoCoronavirus, l’aggiornamento dell’Asp Trapani: 2 in rianimazione, 7 in isolamento domiciliare