Coronavirus. Il sindaco di Castellammare sulle nuove disposizioni per contenere l’emergenza

1664

“Nella giornata della donna prendiamo le distanze da violenze e discriminazioni con il pensiero rivolto alle donne che, da casa e tanti altri luoghi, lavorano per contenere l’emergenza. Invitiamo tutti ad attenersi alle prescrizioni con responsabilità e rispetto degli altri”.

 Sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, discoteche…

 Chi è rientrato in Sicilia dalle Regioni dove sono stati riscontrati focolai di coronavirus negli ultimi 14 giorni, deve segnalarlo al medico di famiglia (numero verde 800 45 87 87)

 «In occasione della Giornata internazionale della donna prendiamo le distanze dalla violenza e dalle discriminazioni ed il mio pensiero non può che essere rivolto a tutte le donne, in particolare a quelle che lavorando instancabilmente in questi giornicontribuendo, dagli ospedali ma anche da casa o altri luoghi, ad arginare l’emergenza epidemiologica: ricercatrici, dottoresse, infermiere, volontarie ma anche mamme, figlie, nonne che accudiscono parenti e familiari, seguono figli e parenti in un momento difficile che non risparmia nessuno ma che mostra la forza di una società che ha nelle donne pilastri unici. A loro arrivi la vicinanza di questa istituzione locale che lavora per il riconoscimento delle differenze come valore e per l’educazione al rispetto tra le persone»

Così il sindaco Nicola Rizzo in occasione di una giornata internazionale della donna che vede in primo piano l’emergenza coronavirus.

«Sono entrare in vigore da oggi le nuove disposizioni nazionali per contenere l’emergenza coronavirus che prevedono la sospensione, fino al 3 aprile, delle attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali simili. Invito tutti ancora una volta a mantenere la calma e ad attenersi, con responsabilità, alle misure previste nel nuovo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri che prevede ulteriori limitazioni per contenere la diffusione del virus nel nostro Paese. Da oggi 8 marzo  -prosegue il sindaco Nicola Rizzo- c’è l’invito ad evitare ogni spostamento in entrata ed uscita in tutta la Lombardia  ed in quattordici province di Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Marche, e su tutto il territorio nazionale permane la sospensione di manifestazioni e spettacoli in luoghi pubblici ma anche privati che comportino affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro da rispettare anche in bar e ristoranti. Inoltre chi è rientrato in Sicilia dalle Regioni dove sono stati riscontrati focolai di coronavirus negli ultimi 14 giorni, deve segnalarlo al medico di famiglia. La Regione Siciliana ha predisposto anche il numero verde gratuito 800458787. Uniti ed attenendoci alle regole supereremo questo difficile momento ma occorre la collaborazione di tutti: nessuno si ritenga escluso».

 Questo il link per la scheda di censimento: https://www.costruiresalute.it/covid-19/scheda_registrazione.php?fbclid=IwAR1WS8WAXtgwUzDBYKe8vyBaFVSntCnaX0jSRd-r9ECP7HHlpjFNkPLJlHQ

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, l’aggiornamento dei casi in Sicilia
Articolo successivoTh Alcamo, nel derby siciliano del campionato di serie A2, batte il Cus Palermo