Trapani, il centrodestra sul “caso Osteria Sociale”

603

TRAPANI. “È  un quadro sconcertante quanto emerge in queste ore, sulla vicenda dell’”Osteria della Solidarietà”. Apprendiamo infatti dalla notizia resa da un TG locale, come su questo fronte ci siano tante cose da dover chiarire alla cittadinanza da parte dell’attuale amministrazione targata Tranchida”. Ad affermarlo i coordinatori locali di Lega, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima e Forza Italia.

La coalizione del CentroDestra trapanese composto da Lega, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellissima e Forza Italia vuole verderci chiaro. “Sembra infatti che la ditta affidataria, nonostante avesse vinto l’appalto per anni cinque, abbia solo gestito i primi 3 anni, ossia quelli che secondo il bando, prevedevano erogazioni a carico del Comune. Al contempo, nel momento in cui si doveva passare alla gestione a carico della stessa cooperativa e senza oneri per l’Ente concedente, questi si siano tirati indietro. La notizia del recesso ricordiamo risale della scorsa estate 2019. Al di là della cifra gravata sulle casse comunali, 185.000 euro, ci si chiede tuttavia come mai a fronte del recesso da parte della cooperativa, il Comune non abbia previsto alcuna penalità o indennizzo per cautelarsi, né pare abbia chiesto alcuna forma di risarcimento”.

I coordinamenti comunali di Lega, Fratelli d’Italia, Diventerà Bellssima e Forza Italia, si chiedono come mai nessuno da parte dell’attuale amministrazione abbia pensato di postulare un parere all’Ufficio legale circa l’eventuale responsabilità per il passo indietro esercitato dalla cooperativa prima del termine previsto dal bando.“Ci si chiede adesso se ci siano gli estremi per un danno erariale. Il CentroDestra unito chiede che il Sindaco Tranchida renda subito risposte alla città.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRifiuti. L’incertezza tra i lavoratori. Al via vari incontri
Articolo successivoLungomare Dante Alighieri nel degrado. La denuncia di “Diventerà Bellissima” a Trapani