Trapani, il Sindaco ha intimato all’Agenzia del Demanio la rimozione dei rifiuti nell’area del depuratore

439

Inoltre scoperta discarica abusiva sotto il Cavalcavia dello Scorrimento veloce. Continuano attività di controllo e repressione

TRAPANI.  Stamane, a seguito di notifica di accertamento effettuato dalla Capitaneria di Porto di Trapani – nucleo operativo polizia ambientale, il sindaco di Trapani con propria ordinanza ha intimato all’ Agenzia del Demanio di attivarsi ai fini della totale rimozione, avvio al recupero e/o smaltimento, a norma di legge, dei rifiuti presenti sull’area demaniale che costeggia l’impianto di depurazione e l’argine del fiume ad esso confinante.

Il demanio dovrà provvedere alla bonifica entro il termine di 15 giorni, e in caso di inottemperanza si procederà con intervento sostitutivo in danno e successivo recupero delle somme anticipate dall’Amministrazione.

Inoltre stamane, nel corso di un sopralluogo effettuato nei pressi del Cavalcavia dello scorrimento veloce da personale di Polizia Municipale – Tutela ambientale congiuntamente a personale della Capitaneria di Porto, è stata scoperta una vera e propria discarica a cielo aperto. Lungo la strada sono state rinvenute numerose cassette di prodotti ittici in stato di decomposizione e accumuli di rifiuti in plastica. “Il rinvenimento è stato possibile grazie alla segnalazione di un cittadino. Si sta provvedendo per cercare di risalire ai responsabili di tale scempio – afferma l’Assessore Ninni Romano – in tal senso sarà effettuata denuncia presso le Autorità competenti. Ringrazio i cittadini attenti che invito a continuare nelle segnalazioni per porre freno ai deprecabili atti a danno dell’ambiente. L’Amministrazione comunale proseguirà nell’impegno per un incessante attività di controllo e repressione e, per intanto,la Energetikambiente provvederà alla bonifica del luogo.”
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteOttima prova per gli atleti della Twirling Star Trapani
Articolo successivoOltre un anno di attesa per il riconoscimento dell’invalidità. Incontro tra sindacati e Inps