Trapani. Spacciava droga a bordo di un furgone

771

Il 6 febbraio 2020, i Carabinieri della Stazione di Erice e della Sezione Radiomobile di Trapani, hanno tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti GABRIELE Salvatore Maria, trapanese, cl.65, gravato da precedenti di polizia.

I Carabinieri, già da qualche tempo, stavano svolgendo delle indagini tenendo sotto controllo i movimenti dell’arrestato con una discreta attività di osservazione che permetteva di verificare che lo stesso era solito sostare con il proprio furgoncino in determinati punti della città per poi vendere lo stupefacente occultato sul mezzo.

Nel momento ritenuto più opportuno, i militari sono intervenuti eseguendo delle perquisizioni personali e veicolari che hanno permesso di rinvenire 2,3 grammi di inflorescenze di marijuana, gr 1,2 di hashish e la somma di euro 215 in banconote di diverso taglio, ritenuta verosimilmente provento dell’attività di spaccio. Nel portaoggetti del veicolo sono stati rinvenuti anche un bilancino di precisione sporco di tracce di cannabinoidi e materiale per il confezionamento delle dosi.

A seguito di tale ritrovamento, i militari operanti hanno deciso di effettuare controlli più approfonditi estendendo la perquisizione all’abitazione del Gabriele. L’intuizione dei militari, si rivelava corretta, infatti, abilmente occultato nel soggiorno, era nascosto un involucro in cellophane contenente ulteriori 42 grammi di inflorescenze di marijuana, il tutto posto immediatamente sotto sequestro.

Al termine delle formalità di rito, il Gabriele è stato dichiarato in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo, così come disposto dalla Autorità Giudiziaria competente.

Nel corso dell’operazione sono state segnalate per l’illecito amministrativo di detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale alla locale Prefettura, due soggetti di 27 e 41 anni, poiché trovati in possesso di modiche quantità di marijuana e hashish.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePunto importante per l’Alqamah al Pala Don Bosco
Articolo successivoTurismo: otto partner della Sicilia Occidentale alla Bit di Milano