La Th Alcamo torna con un punto dalla trasferta in Puglia

450
Th Alcamo che torna con un punto in terra di Puglia.
Pareggio con il Noci che potrebbe stare stretto alla formazione Alcamese che ha condotto praticamente in vantaggio per tutta la partita, arrivando ad avere anche 4 reti di vantaggio nella prima frazione di gara, (7-11) il parziale, con le squadre che andranno al riposo sul 11-12, per Alcamo.
Benedetto Randes che ha dato ancora  fiducia nella prima parte del primo tempo al 16enne Dattolo,   ha dovuto rinunciare ancora al nipote Vincenzo ai box per pubalgia e Giacalone per impegni di lavoro.
Prova gagliarda quella di Alcamo in difesa e in attacco sospinta da uno scatenato Saitta.
Nella ripresa Noci va anche in vantaggio, 15-14 dopo 4 minuti di gioco, sarà l’unica volta che Vaccaro e compagni saranno sotto in un match vibrante con un finale da vietare ai deboli di cuore.
Perché Alcamo a più riprese vola sul più due, gettando alle ortiche almeno tre facili conclusioni per allungare.
Poi Alcamo non è fortunata perché dai sette metri Vito Vaccaro vede il suo tiro finire sul palo dopo che il portiere Fasanelli ha toccato il pallone con la punta del piede.
Praticamente non si segna più, Alcamo resta a quota 24 per sette Minuti e dal possibile più due arriva il pareggio di D’aprile, con Alcamo in inferiorità numerica per un due minuti molto discutibile sanzionato a Grizzo un minuto  prima.
Proprio i direttori di gara impeccabili per 55 minuti, nel finale caldo con il pubblico a farsi sentire , andranno a sanzionare due sfondo a Fagone e un passi a Vaccaro molto al limite, con Alcamo che praticamente non ha più potuto giocare in fase d’attacco.
Cosi alla fine Noci con 23 secondi alla fine ha pure la palla per vincere dopo il time out chiamato da Maione.
Alcamo tiene botta in difesa, i pugliesi perdono palla per uno sfondo, mancano dieci secondi alla fine, Deodato il portiere alcamese rimane impigliato alla rete di protezione e perde qualche secondo a rimettere la palla in gioco, alla fine il pallone finisce a Fagone che ha centrocampo viene cinturato da un giocatore di casa.
A termine di regolamento sarebbe rigore e rosso per la regola dei 30 secondi, ma secondo i direttori di gara il tutto sarebbe accaduto a tempo scaduto.
Finisce così 24-24, Alcamo  porta a casa il primo punto da una trasferta, a mordersi le mani per non avere gestito al meglio alcune situazioni a lei favorevoli.
Intanto per la prima volta in questo campionato ottiene due risultati utili consecutivi dopo aver nettamente battuto il Cus Palermo, secondo in classifica, che ha piegato a sua volta il Teramo, prossimo avversario della Th Alcamo.
Intanto Sabato prossimo seconda trasferta consecutiva lontano da Casa per la formazione del presidente Gaspare Randes, contro un avversario che all’andata strappo un pareggio al Nuovo Pala Verga.
Noci – Th Alcamo 24-24, Pt (11-12).
Noci:Albanese, Corcione 1,D’aprile 6, De Finis 1, De Luca 6, Fasanelli, Fasano 2, Giannini, Labate 1,Laera 3,Maggiolini 1,Marino 1,Piepoli 2, Putignano. All. Pasquale Maione.
Th Alcamo :Deodato 1,Dattolo, Fagone 3, Giorlando, Gottuso 1,Grizzo 3,Lipari 1,Orlando, Saitta 7,Saullo 3,Vaccaro 5 Stellino. All. Benedetto Randes.
Arbitri :Strippoli e Nicolella.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSbarcano a Pantelleria dopo l’espulsione. Arrestati dai Carabinieri
Articolo successivoSalvini a Palermo, la contro-manifestazione a Ballarò. In centinaia con canti e balli