Discariche abusive a Castellammare, cartelli “contro gli incivili”. Residenti in rivolta: “Chiediamo risposte”. FOTO. VIDEO

2060

Gli incivili continuano a deturpare l’ambiente abbandonando rifiuti di ogni genere nelle periferie, a pochi passi dalla meravigliosa Cala Bianca. Nonostante il servizio gratuito a domicilio messo a disposizione dalla ditta incaricata dal Comune. Un situazione paradossale che ha stancato i residenti. GUARDA LE FOTO E IL VIDEO

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Continua l’emergenza rifiuti nelle periferie di Castellammare del Golfo. Continua, perché non è mai realmente terminata. Ci sono interi luoghi trasformati in discariche abusive. Usati da molti per depositare rifiuti speciali ogni genere, vere e proprie discariche a cielo aperto. Nello specifico stiamo parlando delle contrade Conza e Fraginesi. Quest’ultima ormai è famosa per essere “l’isola felice degli incivili” nonostante i continui interventi della ditta incaricata dal Comune. Ma quella che desta maggiore preoccupazione e soprattutto sdegno tra cittadini e turisti è quella di Contrada Mormora/Conza. Una discarica “storica”. Tutti la ricordano così, una distesa perenne di rifiuti di ogni genere: scarti edili, scarti di potatura, guaine, plastica, amianto, legno, vernici, elettrodomestici vari, e molti altri rifiuti che andrebbero smaltiti diversamente. Tra l’altro per molti dei quali esiste il servizio gratuito a domicilio del comune. Ma forse è troppo per gli incivili cronici. Ma è ancora più grave quando a farlo non sono soltanto semplici cittadini, ma anche ditte che smaltiscono i loro rifiuti speciali inquinando pesantemente l’ambiente.

Da qualche giorno un gruppo di cittadini stanchi dei continui “attentati all’ambiente” in Contrada Conza, ovvero nelle due stradelle di accesso alla meravigliosa Cala Bianca, hanno affisso dei cartelli simbolici contro “l’inciviltà dei vandali e l’indifferenza delle istituzioni”, un modo, quindi, per segnare il passaggio degli incivili. Un’azione simbolica, ma forte. Rende l’idea dell’esasperazione che molti cittadini stanno vivendo. Ma non è finita qui. Alcuni residenti hanno organizzato una raccolta firme e inviato una lettera al Sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo, all’Ispettore Sanitario dell’Asp e al Comando di Polizia Municipale. Nella lettera i cittadini chiedono non solo maggiori controlli, ma anche telecamere funzionanti per contrastare il fenomeno. “La situazione è diventata veramente insostenibile. – ha affermato ad Alqamah.it il Sig. Giuseppe, tra i promotori della raccolta firme – Montagne di rifiuti di ogni genere vengono scaricate in Contrada Conza ogni giorno, nell’indifferenza generale. Il tutto si è aggravato con la riduzione della raccolta dell’organico, molti cittadini infatti, probabilmente tra loro anche qualche ristoratore, viene a buttare anche sacchi di organico. Noi chiediamo di rimuovere i contenitori presenti sulla strada e una bonifica di tutta l’area. Siamo ancora in attesa di risposte e continueremo a chiederle – conclude – fino a quando non sarà eliminato questo vergognoso biglietto da visita per tutti i turisti che ogni giorno si recano a Scopello o alla Riserva dello Zingaro.”

Il Sindaco Nicolò Rizzo proprio ieri ha effettuato un sopralluogo sul posto per verificare lo stato dei luoghi: “Abbiamo trovato davvero rifiuti di ogni genere: ingombranti, vernici, amianto, e molto altro. Ho già dato incarico per le prove di caratterizzazione per tipologia dei rifiuti in modo da poter procedere alla rimozione e allo smaltimento in discarica secondo norme di legge, con particolare attenzione per l’amianto. Tecnicamente passeranno circa 20/30 giorni. Inoltre con il nuovo appalto per la raccolta dei rifiuti che sarà operativo nei prossimi mesi, abbiamo predisposto un nuovo sistema di videosorveglianza che verrà affidato a una ditta specializzata esterna. In consiglio Comunale abbiamo approvato anche il nuovo regolamento, quindi da parte nostra siamo pronti per intervenire. Ci troviamo di fronte a un fenomeno criminale che deturpa paesaggi e inquina l’ambiente. Tra l’altro, vorrei ricordare a tutti i cittadini che per molti di questi rifiuti esiste un servizio gratuito a domicilio gestito dalla ditta Agesp spa”.

I cittadini, infatti, possono scrivere a ingombranti.agespspa@libero.it oppure contattare l’azienda al seguente numero verde: 800197350 (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30) per il ritiro gratuito di rifiuti ingombranti come: Arredi, materassi, divani, poltrone, arredi di legno, cassette e mobilio, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, frigoriferi e condizionatori, TV e monitor, apparecchiature informatiche e per le comunicazioni, piccoli elettrodomestici (phon, ferro da stiro e molto altro).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, al via gli incontri per le scuole su Piersanti Mattarella
Articolo successivoTrapani, 3 nuovi ufficiali in servizio al comando Provinciale. Andranno ad Alcamo, Marsala e Trapani
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.