Rogo nella notte nell’ex Hotspot di Milo

884

Un gruppo di immigrati per tentare una fuga dal centro hanno appiccato il fuoco a materassi

Attimi di forte tensione e di allarme sono stati vissuti la scorsa notte all’interno del centro di trattenimento di Trapani. Il centro, ex Hotspot, si trova alla periferia della città, in contrada Milo. Nel tentativo di provocare una fuga dal centro, alcuni degli immigrati ospiti della struttura hanno dato fuoco ad alcuni materassi, all’interno di un paio di camerate L’intento era quello di creare un diversivo e il caos, per riuscire a scappare dal centro. Immediato l’intervento degli agenti presenti all’interno del campo e anche quello dei vigili del fuoco, il cui comando è vicinissimo al centro di trattenimento. Momenti di tensione che hanno ricordato un evento simile, ma dalle conseguenze più tragiche, accaduto nella notte del 29 dicembre 1999 nell’allora centro di trattenimento di Trapani, il “Serraino Vulpitta”, quando con lo stesso obiettivo vennero dati alle fiamme materassi e lenzuoli, ma morirono sei immigrati che si trovavano lì in attesa di rimpatrio. Stavolta però a Milo non ci sono stati per fortuna nemmeno feriti, le forze dell’ordine hanno presto sedato la rivolta mentre i vigili del fuoco intervenuti in tre diversi padiglioni hanno evitato l’estendersi del rogo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteA Castellammare del Golfo una convenzione con il CNR per la diffusione degli studi su sostenibilità dell’ambiente marino
Articolo successivoValderice, aggredisce connazionale con una bottiglia di vetro durante partita di calcetto
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.