Pensionati, oggi il sit in davanti la Prefettura di Trapani

561

Sindacati ricevuti dal Prefetto. Spi Cgil, Fnp Cisl, Uil Uilp “si farà portavoce con il governo nazionale per portare la nostra istanza sull’approvazione di una legge sulla non autosufficienza”

TRAPANI. “Il Prefetto si è assunto l’impegno di far giungere le istanze  della nostra piattaforma al governo nazionale, in particolare quella relativa alla legge sulla non autosufficienza, mostrando grande interesse e sensibilità sul tema e sulla nostra richiesta di approvazione di un provvedimento legislativo organico che dia finalmente risposte al disagio di tante famiglie”. E’ stato l’impegno ottenuto dal Prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi, dai sindacati dei Pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil che oggi hanno protestato davanti la Prefettura della città, per ribadire le richieste al governo nazionale al centro della piattaforma dei tre sindacati, in particolare: l’approvazione di una legge sulla non autosufficienza, la piena rivalutazione delle pensioni, e l’incremento dei beneficiari della quattordicesima. “Non siamo invisibili è stato lo slogan di tutte le manifestazioni di quest’anno   – spiegano il segretario Spi Cgil Trapani Franco Colomba, Fnp Cisl Palermo Trapani Rosaria Aquilone, Leonardo Falco, segretario generale Uilp Trapani Stu Tp Nord e Vita Angileri,  segretario generale Uilp Trapani Stu Tp Sud -, non possiamo più tollerare questa posizione delle istituzioni nazionali, che sembrano trattare i pensionati come fossero quasi ‘invisibili’ stabilendo per loro un aumento annuo di appena tre euro”. Fra le richieste al centro dell’incontro con il Prefetto anche la riduzione delle tasse con il ripristino della proporzionalità della tassazione per tutti e una seria lotta all’evasione e all’elusione fiscale, che grava sulle tasche delle famiglie del nostro territorio spesso supportate proprio dai pensionati. “Ma non basta, bisogna avviare una seria riorganizzazione della sanità per giungere al superamento delle lunghissime liste d’attesa; l’abolizione del superticket; investimenti nella medicina del territorio, nelle cure intermedie e nella domiciliarità. Non ci fermeremo finché non otterremo le risposte, la nostra è una battaglia di civiltà”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, continuano i lavori di rifacimento dei marciapiedi e delle strade
Articolo successivoBirgi. Ombra chiama, il consiglio comunale di Castellammare risponde presente. VIDEO