Trapani, il consiglio approva il rendiconto consuntivo del 2018

457

TRAPANI. Approvato in tarda mattinata, dal Consiglio Comunale, il rendiconto di gestione (conto consuntivo) dell’esercizio finanziario 2018. 17 i voti favorevoli, 3 i contrari, 4 i consiglieri assenti.

Uno strumento finanziario che di fatto appartiene all’Amministrazione Tranchida solo a partire dal luglio 2018, visto che si è insediata a metà del precedente mese di giugno, e che ha provveduto ad adeguate alla propria programmazione con le prime variazioni di bilancio disponibili, risalenti allora al novembre dello scorso anno Come si ricorderà tutte le misure e le scelte finanziarie, contabili, patrimoniali e tributarie erano infatti già state stabilite dal Commissario Straordinario nel bilancio di previsione approvato, dallo stesso, nel mese di aprile 2018 e  ’amministrazione Tranchida neo insediata se le ritrovó già operative e producenti i propri effetti.

L’importante atto contabile è stato illustrato in aula dal Dirigente del Servizi Finanziari dott. Gioacchino Petrusa, dai Revisori dei Conti tutti presenti in Aula per assentire il loro parere favorevole al documento contabile e dall’Ass.re al Bilancio Fabio Bongiovanni che ha prodotto, ai consiglieri, una lunga e puntuale relazione illustrativa ed esplicativa dei vari contenuti dell’atto proposto all’approvazione dell’organo consiliare.

“Durante il Consiglio Comunale – dichiara il Sindaco Giacomo Tranchida – è stata presentata una situazione solida nei fondamenti economici, florida dal punto di vista della liquidità, con indebitamenti sotto controllo, così come la spesa del personale e la parte corrente, avendo rispettato quasi tutti i parametri di legge in riferimento ai requisiti di riconoscibilità di ente non strutturalmente deficitario, cosi come d’altronde riconosciuto e certificato dalla relazione dei Revisori dei Conti”

“Soddisfazione – ha espresso l’Assessore Bongiovanni – per l’approvazione di questo importante strumento finanziario, anche perché ci consente già da subito di affrontare l’esame in Consiglio delle prime variazioni di bilancio per i diversi, numerosi e importanti investimenti programmati dall’amministrazione in tutto il territorio cittadino, già tempestivamente predisposte ed approvate dalla Giunta e che con prontezza e solerzia sono state già state trasmesse dall’ufficio di Ragioneria al Consiglio. Non secondariamente, ci consente inoltre – prosegue l’Assessore – di proseguire nella redazione del bilancio consolidato, proprio nel mentre stanno pervenendo da parte delle società partecipate i propri conti consuntivi che entro l’anno in corso, debbono confluire nello strumento consolidato che provvede alla conciliazione dei rispettivi debiti/crediti.

In tal senso, e solo esemplificativamente, mi corre l’obbligo di rappresentare che lo strumento si trova ormai in avanzatissimo stato di costruzione in quanto, diversamente da quanto asserito nel corso del dibattito, la Biblioteca Fardelliana ha proprio recentissimamente prodotto il suo consuntivo, così come l’Ente Luglio Musicale mentre il Distretto Turistico, ha inoltrato lo schema di bilancio già approvato dal proprio Cda e le altre rimanenti partecipate hanno già prodotto la necessaria documentazione, restando in attesa solo di quello riclassificato da parte dell’Atm”. Con l’approvazione del documento contabile si rende disponibile un avanzo libero da vincoli per un ammontare superiore ai 2.000.000 di €, che verrà destinato per la spesa corrente, dopo che saranno stati rispettati i vincoli normativi che destinano prioritariamente l’utilizzo dell’avanzo libero per la copertura dei debiti fuori bilancio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMalumori nella maggioranza. Quali scenari possibili?
Articolo successivoIncontro pubblico sull’autodifesa personale della donna