Trapani, sesta tappa del concorso “Realizza il Monumento”. Esercito e Scuola insieme per la Memoria

520

Il prossimo 25 ottobre, la città Trapani ospiterà la sesta tappa del progetto “Realizza il monumento”, un concorso di idee in cui gli studenti delle scuole superiori ripropongono in veste moderna il messaggio comunicativo delle opere alla Memoria, attraverso l’elaborazione di bozzetti per l’eventuale realizzazione di un monumento dedicato a tutti i “Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace”.

Al progetto, promosso dall’Esercito, hanno partecipato i licei “G. Ferro” di Alcamo (TP), “Don G. Morello” e “Adria Ballatore” di Mazara del Vallo (TP), “Buonarroti” di Trapani, “Cipolla Pantaleo Gentile” di Castelvetrano (TP) e “Almanza” di Pantelleria (TP).

Le opere realizzate dagli studenti saranno esposte presso la Prefettura venerdì 25 ottobre (dalle 09:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 17:00) con ingresso gratuito.

Fuori concorso, saranno esposti un analogo progetto elaborato dal 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani e i lavori presentati lo scorso 2 giugno dalla scuola media “Bassi Catalano” e dalla scuola elementare “L. Da Vinci”, che hanno “raccontato”, sotto il profilo storico, artistico e simbologico, il monumento ai Caduti della Città.

Inoltre, saranno esposti, anche, alcuni pannelli fotografici raffiguranti i principali monumenti ai Caduti della provincia.

Venerdì 25 ottobre alle ore 11.00 in Prefettura ci sarà la cerimonia di premiazione dei migliori elaborati alla presenza del Prefetto, del Comandante Militare dell’Esercito in Sicilia, del Comandante del 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani e delle altre Autorità locali.

Le idee migliori saranno esposte a Palermo, a Palazzo Sclafani, per contendersi, a novembre, il titolo regionale.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di poter realizzare un giorno, un monumento “ai Caduti militari e civili nelle missioni internazionali per la pace” in una o più piazze siciliane, magari proprio a Trapani.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCgil Cisl e Uil hanno incontrato il sindaco di Campobello di Mazara per presentare la piattaforma unitaria per lo sviluppo del territorio
Articolo successivoLa pista ciclabile che divide… anche la maggioranza