Accusa di esercizio abusivo della professione veterinaria per un farmacista di Castelvetrano: depone l’inviato di Striscia

1007

MARSALA. E’ arrivata la deposizione, davanti il giudice Bruno Vivona del Tribunale di Marsala, da parte di Edoardo Stoppa, inviato di Striscia la Notizia, come teste di accusa nel processo riguardante G.C. cl. 54 e L.F. cl 80, il primo originario di Mazara e il secondo di Piacenza. Il processo nasce a seguito di un servizio messo in onda dal programma “Striscia” nel novembre del 2014. L’accusa per i due è quella di esercizio abusivo della professione veterinaria e di detenzione di farmaci imperfetti per la commercializzazione.

I fatti sarebbero avvenuti all’interno di una farmacia a Castelvetrano, frazione Marinella Selinunte, in cui Stoppa e il cameraman Marinelli sarebbero intervenuti, a seguito di segnalazioni, per visitare un cane, in realtà sano. Inoltre, secondo l’accusa sarebbero stati prescritti dei farmaci, in assenza di un valido titolo abilitativo da parte dei due imputati. Il teste Stoppa avrebbe seguito la vicenda dall’esterno della farmacia in contatto radio con il collega Marinelli dotato di telecamera nascosta. Quest’ultimo sanzionato per l’assenza verrà sentito nella prossima udienza. Di tutt’altro avviso gli avvocati Moceri e Giannilivigni, a difesa degli imputati, secondo il quale non esisterebbe alcuna prova della visita effettuata ai cani e che i farmaci sarebbero stati venduti solamente dopo che i proprietari del cane spiegavano i sintomi dell’animale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTh Alcamo impegnata a Mascalucia
Articolo successivo#Giovanistituzioni. Il M5S porta i “baby onorevoli” a Sala d’Ercole