Castellammare, la minoranza risponde al gruppo “Oltre”: “Ecco come sono andati i fatti sulla nuova illuminazione di Piazza Petrolo”

770

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Non si placa la polemica sull’illuminazione pubblica di piazza Petrolo. Al comunicato del gruppo consiliare “Oltre” arriva oggi la contro risposta della minoranza: “Avremmo potuto rispondere alla provocazione e cattiveria di chi ha scritto il comunicato a firma di “Oltre”con il silenzio ma, corre obbligo, in rispetto alla cittadinanza e per (s)chiarire le idee a chi, in modo anonimo, celandosi dietro una sigla, dimostrando nessuno spessore politico e offrendo al pubblico dei lettori uno spettacolo da baraccone, dare dei ragguagli circa l’iter burocratico sulla Pubblica Illuminazione. Nell’anno 2013 con delibera di giunta l’Amministrazione Comunale, allora capitanata dall’Ing. Marzio Bresciani, aderisce alla Convenzione Consip relativamente all’efficientamento energetico con sostituzione di quasi tutti i corpi illuminanti tradizionali e alla manutenzione ordinaria degli impianti di Pubblica Illuminazione  per un periodo di nove anni  dal 2013  al 2022, affidando i lavori e tale servizio alla Gemmo Spa. Con tale convenzione inoltre, l’amministrazione comunale affida alla stessa Gemmo lavori di manutenzione straordinaria degli impianti di Pubblica illuminazione per complessive  €. 600.000,00, da realizzare durante tutto il periodo di vigenza della convenzione  ed il cui pagamento viene a realizzarsi con rate annuali di circa €. 60.000,00 annue. L’amministrazione Coppola, pur palesando alcuni dubbi su alcuni aspetti relativi alla tempistica della firma della convenzione e agli interventi previsti, per continuità amministrativa, rende operativo l’accordo previsto. I lavori di relamping sulla pubblica illuminazione iniziano ad essere effettuati nell’anno 2014. Nel 2016 l’amministrazione Coppola, dopo attente valutazioni, concorda  con la ditta appaltatrice  di modificare la convenzione con la quale la Gemmo si impegna a ripristinare  l’illuminazione di alcune zone del centro storico   con lampade   a vapori di sodio,  ratificata con la delibera di giunta n. 373 del 2016.Successivamente la ditta Gemmo, comunica di non essere nelle possibilità di effettuare gli interventi concordati, criticità che saranno risolti attraverso la cessione del ramo d’azienda tra la stessa Gemmo e la City Green Ligh, passaggi che l’attuale amministrazione e l’attuale maggioranza dovrebbero conoscere bene dal momento che è proprio l’attuale giunta a prendere atto con la delibera 249 del 18 Luglio 2018 a tale cessione. Da questo momento – spiegano i consiglieri di minoranza – si è naturalmente nelle condizioni di chiedere alla ditta di realizzare quegli interventi preventivati, che sono inevitabilmente il frutto di quel lavoro di revisione a monte effettuato. Pertanto i lavori di Piazza Petrolo che l’amministrazione ha commissionato rientrano nella convenzione di cui sopra sottoscritta nel 2013, come modificata nel 2016, con relativo impegno di spesa dell’epoca.  Il gruppo consiliare “Castellammare 2.0” fa notare che sono margini importanti di intervento, che l’attuale amministrazione eredita dalle due amministrazioni che l’hanno preceduta, dote della stessa stregua dei finanziamenti ereditati (sulle strade rurali, sulla chiesa Anime Sante del Purgatorio, sugli interventi di efficientamento energetico della linea 6.1.1., sulla manutenzione straordinaria della Palestra Pitrè), dalla vecchia amministrazione. Abbiamo la percezione che chi ha scritto il comunicato più che essere arrabbiato con la passata amministrazione lo sia con chi, ad oggi, non ha fatto ciò che avrebbe voluto fare. Noi – concludono – come unici interlocutori abbiamo i Consiglieri Comunali di maggioranza e nessun altro, i quali, se si riconoscono in queste posizioni provocatorie, ci rappresenteranno la loro disponibilità al confronto, su qualsiasi tematica relativa all’amministrazione passata e alla presente, anche quotidianamente, in Consiglio Comunale. Teniamo a precisare che non combattiamo guerre di educazione politica con chi è disarmato e non daremo seguito ad eventuali sterili e inutili controrisposte, talvolta l’indifferenza è migliore di avere ragione”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSan Vito Lo Capo, Senegal vince campionato del mondo di Cous Cous. FOTO
Articolo successivoCorrao (CISL): “Entro dicembre 2020 tutti i precari di Alcamo saranno stabilizzati”