Nuova illuminazione in Piazza Petrolo con polemica. Rizzo: “Nostra volontà ridare luce alla piazza”. L’opposizione: “Progetto del 2016”

904

Sostituiti i pali illuminanti con elementi artistici a luce calda e potenziati i watt. Raddoppiate le lampade con tipologie che mitigano l’inquinamento luminoso. Ma ad “accendersi”, oltre alle nuove lampade, anche la polemica sulla “paternità” del progetto

CASTELLAMMARE DEL GOLFO.  Nuovo look per piazza Petrolo con i pali illuminanti artistici, a luce calda, ed il potenziamento dei watt. Sono ancora in fase di completamento i lavori di sostituzione dei pali della luce di piazza Petrolo ormai da anni obsoleti ma anche scarsamente illuminanti. In totale, al termine dei lavori previsti entro fine ottobre, saranno circa 30 i nuovi pali artistici installati tra piazza Petrolo e alcune arterie laterali oltre al raddoppio delle lanterne e lampade con un wattaggio superiore rispetto a quelle prima posizionate. È quanto ha comunicato il Sindaco Nicola Rizzo in una nota ufficiale. “È stata una ferma volontà dell’amministrazione ridare di nuovo luce ad una piazza che col passare degli anni si era letteralmente spenta. Il potenziamento dell’impianto d’illuminazione in una delle più belle piazze di Castellammare ridona splendore a Petrolo dove sono già sono stati rinnovati quasi tutti i corpi illuminanti ripristinando quelli che negli anni erano scomparsi – spiegano il sindaco Nicola Rizzo ed il suo vice Giuseppe Cruciata -. Stiamo lavorando altresì per rimpiazzare quelle palme che negli anni sono morte a causa del punteruolo rosso. L’intervento per il potenziamento dell’illuminazione e la sostituzione di pali obsoleti e la manutenzione in centro ed in periferia rientra nel crono programma stabilito lo scorso anno con i tecnici da noi convocati della ditta ex “Gemmo” oggi “City Green Light”, dal 2013 incaricata di gestire l’impianto di illuminazione pubblica. Diversi interventi sono già stati effettuati poiché occorreva potenziare l’illuminazione che da anni risultava non adeguata in alcune zone cittadine e vie molto transitate. Inoltre la ditta a breve provvederà a ripristinare l’illuminazione pubblica dove erano stati rubati i  cavi in rame in varie zone della città. Ci viene riferito dalla ditta che appena riceveranno i nuovi cavi, stavolta in alluminio, immediatamente procederà anche con questi interventi. Siamo soddisfatti del fatto che la ditta rispetti il crono programma e gli interventi siano stati avviati e, come nel caso di piazza Petrolo già in fase di ultimazione. Invitiamo sempre i cittadini a segnalare eventuali problemi all’illuminazione contattando il servizio di segnalazione guasti della City Green Light attivo tutti i giorni – concludono il sindaco Nicola Rizzo ed il vicesindaco Giuseppe Cruciata – al numero verde 800.33.99.29.”

L’ufficio tecnico comunale spiega che in piazza Petrolo e arterie vicine, la ditta in totale sostituirà circa 30 pali artistici e raddoppierà le lanterne per un totale di circa 50 interventi complessivi a lavori ultimati. I pali antistanti la balconata di piazza Petrolo sono stati potenziati passando da una a due lampade che “non sono più a led ma del tipo “sap”, maggiormente illuminanti ed a luce calda con una colorazione tendente all’arancione così come richiesto anche dalla Soprintendenza. La sostituzione riguarda anche la tipologia di lampade che sono Sap e cut-off, cioè per la mitigazione dell’inquinamento luminoso con una diffusione conforme alle direttive comunitarie”

Una bellissima notizia per la piazza Petrolo, da anni dimenticata e sicuramente poco illuminata. Ma ecco che oltre alle nuove lampade si “accende” anche la polemica politica. A rivendicare la “paternità” della nuova illuminazione il gruppo consiliare di opposizione “Castellammare 2.0”. Come affermano in contro-comunicato, si tratta di un progetto voluto dalla precedente amministrazione guidata dall’ex Sindaco Nicolò Coppola, oggi consigliere comunale di opposizione. “Nell’ennesimo proclama, siamo venuti a conoscenza della sostituzione dei pali illuminanti con elementi artistici a luce calda e il Sindaco e il suo vice affermano: “è stata una ferma volontà dell’amministrazione comunale ridare luce ad una piazza che con il passare degli anni si era letteralmente spenta”. Ad onore del vero, – spiegano i consiglieri del gruppo di opposizione “Castellammare 2.0” – che spesso il sindaco raggira, è d’obbligo sottolineare che con delibera di giunta n. 373 del 30/12/2016 si è approvata la Modifica al Capitolato della Convenzione CONSIP Servizio luce2-Lotto Sicilia per la manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione. Poiché la verità è il sole e la falsità il fulmine, – concludono – la prima illumina e la seconda abbaglia, riteniamo corretto non fregiarsi della luce altrui ma informare attraverso il vero e non con la panzana pazzesca”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDivulgare le tecniche di disostruzione per salvare molti bambini
Articolo successivoMorte del boss, disposta autopsia