Impugnativa del Governo, tutti i fondi a rischio

980

 Il Governo regionale aveva aveva “sbloccato” vari fondi, ma arriva l’impugnativa del Governo nazionale

Parte del Collegato della Regione Sicilia a rischio annullamento, in particolare i fondi “sbloccati” per forestali, trasporto pubblico, Pip, Ersu, risorse per le ex province, per talassemici, consorzi di bonifica, istituto per l’Incremento ippico e teatri di Messina e Catania. A creare incertezza l’impugnazione da parte del Governo nazionale. Una brutta tegola per il Governo Musumeci che dovrà correre ai ripari, quindi si aspetta una contro azione, che potrebbe innalzare la temperatura del rapporto tra le due istituzioni.

Dopo la decisione del Governo nazionale sono arrivate le prese di posizioni degli esponenti politici regionali e tra questi Giuseppe Lupo del Partito Democratico, che ha affermato: “L’impugnativa è la conferma del fallimento del metodo dei ‘collegati’ voluto dal governo Musumeci e dalla sua maggioranza”. Proprio in relazione all’impugnativa del Consiglio dei Ministri, il PD all’Ars ha presentato una interrogazione parlamentare. “Il presidente della Regione dica cosa intende fare adesso – conclude Lupo – se ricorrere alla Corte Costituzionale, con tutte le possibili conseguenze che questa decisione potrebbe provocare, o rendersi conto dei propri errori ed evitare di perseverare con un metodo sbagliato che fa solo danni alla Sicilia”.

Di contro per il vicepresidente della Regione Gaetano Armao quelli sollevati dal capogruppo dem all’Ars sono “inutili allarmismi di chi vuole coprire il disastro della precedente amministrazione con cui il governo Musumeci si trova a dovere fare i conti”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteImpianti Sportivi, gli interrogativi del Consigliere Comunale Sucameli
Articolo successivoNominato a Pantelleria il portavoce cittadino di Gioventù Nazionale
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.