Dispersi in mare

1316

Sono quattro tunisini che stavano cercando di arrivare a Marettimo

Sono in corso in mare, al largo di Trapani, le ricerche di quattro tunisini che assieme ad altri tre loro connazionali a bordo di una piccola barca stavano cercando di raggiungere la costa trapanese. L’allarme alla Guardia Costiera è stato lanciato ieri pomeriggio da un peschereccio d’altura che ha incrociato a 15 miglia dall’isola di Marettimo la barca con a bordo due persone che gesticolando hanno attirato l’attenzione dell’equipaggio del motopesca. I due a bordo di quella piccola imbarcazione oramai in avaria sono stati tratti in salvo da un mezzo della Guardia Costiera. A terra i due hanno poi raccontato attraverso l’ausilio di un interprete di lingua araba, che con loro c’erano altri cinque uomini che avevano preferito gettarsi in acqua usando come galleggianti delle taniche di benzina vuote, nel tentativo di raggiungere a nuoto l’isola di Marettimo. Uno dei cinque uomini è stato tratto in salvo questa mattina nella zona di mare indicata dai due superstiti. Le ricerche dei quattro dispersi vengono coordinate dalla Direzione marittima di Palermo, e vengono impiegati quattro motovedette è un elicottero della Guardia Costiera.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLesioni personali aggravate, un arresto e deferimento
Articolo successivoDeputati spendaccioni
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.