La pista ciclabile che divide (VIDEO)

4842

Chi parla di un danno per la circolazione e chi invece è sicuro che migliorerà la viabilità

ALCAMO. La nascita della pista ciclabile ad Alcamo divide e non è solo una questione di fazioni politiche, ma il dibattito tra pro e contro è anche in piazza, nei social e nei bar. Da segnalare una petizione, che pur non contro il principio delle piste ciclabili, invita a “spostare questa pista ciclabile su aree non destinate alla circolazione veicolare”.

Una pista ciclabile, bisogna dirlo, è un simbolo di civiltà e mete in evidenza sensibilità all’ambiente e alla salute e chi la osteggia ha difficoltà ad un cambio culturale necessario, ma questo non significa che ogni pista ciclabile sia fatta bene o sia necessaria. Quella alcamese a quale appartiene? Forse un po’ alla prima e un po’ alla seconda, alcuni la pensano così, ma c’è chi è “purista” ed è totalmente a favore di questa e chi non è d’accordo perché “si sente il padrone della strada”, ma c’è anche chi incivile non è e sostiene che Alcamo non è adatta alla pista ciclabile e si creerà caos ed infine c’è chi è d’accordo, ma non in questo modo e non questa la priorità.

Dal punto di vista politico lo scontro è duro e c’è chi sostiene che la pista ciclabile non sia prioritaria e quindi un costo evitabile, invece dal punto di vista dell’amministrazione era necessaria se si vuol pensare ad Alcamo meno caotica e con meno macchine. Un miglioramento, secondo la giunta Surdi, che dovrebbe esser seguito dal servizio bus cittadino e dai famosi parcheggi a pagamento, che oscillavano tra un servizio internalizzato ed uno esternalizzato, questa era intenzione dell’amministrazione in un primo momento,  poi sembra aver vinto la prima opzione. E’ notizia di ieri che la prossima settimana saranno attivi i parcheggi a pagamento.

Ad onor di cronaca bisogna sottolineare che la pista ciclabile ad Alcamo ancora non è pienamente attiva, cioè mancano passaggi essenziali, infatti si manifestano utilizzi impropri della stessa e incomprensioni tra automobilisti e ciclisti, che in alcuni casi ha portato ad incidenti; questo esempio inserisce nella dibattito la mancanza di informazioni, quindi un po’ di confusione per ciclisti e automobilisti. Una questione di incomprensioni? Chissà, ma di sicuro la pista ciclabile non sta vivendo un inizio memorabile.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteMarsala, arrestato in flagranza dalla Polizia di Stato per rapina aggravata
Articolo successivoTenta una rapina in banca
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.