8 Settembre Festa della natività di Maria SS.

2187

Una devozione secolare quella degli alcamesi per la Madonna dell’Alto

Il legame tra gli alcamesi e il culto Mariano è un legame secolare molto forte. E la devozione che lega profondamente gli alcamesi a Maria SS. dell’Alto ha radici lontane. Una leggenda (o storia ?) di fine ‘500 racconta del ritrovamento di una vecchia icona della Madonna dipinta in basso, e quasi del tutto interrata, tra le vecchie mura del Castello sul monte Bonifato. Cancellata successivamente con il passare del tempo. Il devoto, che aveva scoperto l’icona della Madonna, voleva costruire un altare in suo onore proprio lì dove l’aveva trovata e iniziò a pregare la Santa Vergine affinché si potesse sollevare da terra. Qualche giorno dopo l’uomo recatosi sul posto, trovò l’immagine della Madonna sollevata e libera dal interramento. Fu così che l’altare promesso venne costruito. 

Da allora, la devozione degli alcamesi per Maria SS dell’Alto “la Maronna di l’avutu”, è storia secolare. Un legame fatto da tradizioni, ormai quasi del tutto scomparse come, ad esempio, i famosi “falò” che venivano accesi, come simbolo di purificazione, lungo tutta la spiaggia di Alcamo Marina e nelle case di campagna delle famiglie alcamesi la sera tra il 7 e l’8 settembre. O ancora gli altari che venivano fatti da alcune famiglie dove si pregava la Madonna attraverso le litanie in siciliano. Tradizioni che meriterebbero di essere riscoperte perché parte integrante della nostra storia e della nostra tradizione. Un patrimonio che dovrebbe essere ricordato e tutelato a prescindere dal nostro essere credenti o meno, perché noi siamo la nostra storia, la nostra memoria.

Ancora oggi i festeggiamenti in onore di Maria SS. Dell’Alto, vengono organizzati, dalla Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù, guidata da Don Enzo Santoro e Don Mariano Viola, e dalla Congregazione di Maria SS. Dell’Alto. 

Questo il programma per Domenica 8 settembre:

  • Ore 7:00 la Celebrazione Eucaristica.
  • Ore 8:30 Celebrazione Eucaristica.
  • Ore 10:00 Consacrazione dei bambini e delle mamme in attesa. 
  • Ore 11:00 Celebrazione Eucaristica presieduta dal Vicario zonale Don Franco Finazzo.
  • Ore 12:00 Processione con la Sacra Statua di Maria SS. Dell’Alto.
  • Ore 16:00 Recita di poesie dialettali e premiazione Santo Rosario
  • Ore 17:00 Celebrazione Eucaristica.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa squadra di Governo ha giurato, tra i Ministri tre siciliani
Articolo successivoCastellammare, prevenzione e misure contro gli incendi
Fulvio Catalanotto
Fulvio Catalanotto nasce in Sicilia, terra, secondo lui, al centro del mondo. Formatore ed esperto dei processi formativi con la passione per la comunicazione e l'informazione. È un ascoltatore cronico di Rosa Balistreri.