Trapani, a Palazzo d’Alì ricevuto il Comandante della Nave Scuola Palinuro

1353

TRAPANI. Ricevuto questa mattina a Palazzo d’Alì Andrea Di Natale, Comandante della nave scuola della Marina Militare Palinuro accompagnato dal Comandante della Capitaneria di Porto di Trapani Franco Maltese. A fare gli onori di casa l’Assessore Vincenzo Abbruscato.

Notevole la soddisfazione espressa da Abbruscato, a nome dell’Amministrazione Comunale, per questa nuova permeanza a Trapani del prestigioso veliero della Marina Militare. Arrivata oggi la Nave Scuola Palinuro della Marina Militare sarà ormeggiata nel porto di Trapani d fino al giorno 8 settembre 2019. L’Unità è impegnata nella 55^ Campagna d’Istruzione ed attualmente sono presenti a bordo gli allievi MARESCIALLI.

I frequentatori, durante la loro permanenza a bordo, completeranno le conoscenze acquisite durante l’anno accademico a terra. Nel solco delle più antiche tradizioni marinaresche, come solo un veliero può trasmettere, avranno l’occasione di cimentarsi con le scienze nautiche, apprenderanno le dinamiche della vita di bordo, i ritmi e le consuetudini marinaresche.

Questa prima esperienza di imbarco rafforzerà il carattere dell’Allievo, consolidandone il senso di responsabilità e stimolandone l’iniziativa nel superamento delle difficoltà tipiche della vita di mare, ma sarà anche un’occasione unica per rafforzare lo spirito di corpo e il senso di appartenenza tipico dei “professionisti del mare”.

Durante le visite a bordo a favore della popolazione, su Nave Palinuro sarà esposto il materiale del progetto Leonardo 500.

Gli appassionati della tradizione velica e i semplici curiosi potranno invece visitare nave Palinuro nei seguenti giorni:
• 5 settembre dalle 16:00 alle 19:00;
• 6 e 7 settembre dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSorveglianza speciale per Stalker alcamese: “Soggetto socialmente pericoloso”
Articolo successivoVisita al Distretto Pesca del Segretario nazionale Fai Cisl, Silvano Giangiacomi, ed incontro con pescatori mazaresi