#nomarineresort

1192

San Vito, il “Fronte a difesa del litorale”

Riceviamo e pubblichiamo ben volentieri

Il 03/09/2019 si è tenuto l’incontro di presentazione del Comitato #nomarineresort con il Sindaco di San Vito LO Capo Dott. Giuseppe Peraino, che ci ha ben accolti.
Ci fa estremamente piacere che fosse presente la Giunta come forte segnale del fatto che l’amministrazione comunale tutta abbia voluto incontrarci.

Noi del Comitato abbiamo in primo luogo presentato il nostro scopo precipuo: la salvaguardia ambientale del litorale sanvitese.

Il Sindaco Peraino, così come la Giunta, ha subito espresso apprezzamento per il nostro movimento e per l’obiettivo ambientalista, che ha abbracciato in toto, rendendosi ampiamente disponibile al dialogo ed alla concertazione di scelte future riguardanti il territorio.

L’incontro è iniziato con un breve excursus di quelli che sono stati i passaggi fondamentali della vicenda legata alla presentazione del progetto “Marina Bay White Sand”.  Ieri abbiamo apertamente fatto presente all’amministrazione i nostri dubbi, primo fra tutti quello relativo alla mancata Conferenza di Servizi e alle possibili conseguenze di tale passaggio sul progetto originariamente presentato.

Il Sindaco Peraino ha tenuto a ribadire che “quel progetto non esiste più” e che quindi, di fatto, è doveroso guardare avanti ed attendere la bozza di “masterplan progettuale” preannunciata dalla Marina Bay.

Il Sindaco ha ulteriormente precisato come sia opportuno per l’amministrazione valutare una proposta che provenga da un soggetto privato, che si muova nel rispetto delle leggi, qualora questa possa rivelarsi utile per la collettività.

Egli ha anche sostenuto apertamente come sia intenzione dell’amministrazione quella di respingere qualsiasi proposta che possa incidere negativamente sul territorio in termini di cementificazione.

Abbiamo dunque chiesto al Sindaco quali siano i prossimi appuntamenti.

Il primo sarà sicuramente quello di analizzare il masterplan, e questo sarà un passaggio che l’Amministrazione si impegna sin d’ora a concertare insieme con i cittadini, ferme restando le proprie prerogative politico-amministrative.

In questo contesto, il Comitato #nomarineresort è stato invitato dagli amministratori presenti all’incontro a prendere visione del masterplan progettuale di Marina Bay in un incontro ad hoc finalizzato proprio alla consultazione e al dialogo sul merito del progetto.

Per questo ci dichiariamo pronti sin d’ora ad accogliere l’invito del Sindaco a una analisi condivisa del Masterplan, analisi che verrà immediatamente divulgata ai nostri lettori.

Cosa pensiamo dunque?

Tutte le riflessioni nate dall’incontro con il Sindaco ci fanno sperare di avere degli alleati nella lotta alla salvaguardia ambientale della nostra terra.

Ma una nuova versione del progetto non alleggerisce le nostre preoccupazioni e, fino ad allora, resteranno fermi i nostri interrogativi e le nostre richieste.

Il Comitato si batterà sempre per lo sviluppo di un benessere sostenibile, eticamente, socialmente e in termini di impatto ambientale.

Un benessere che, lo ribadiamo, parta dalla risoluzione delle problematiche vitali per il territorio, prima fra tutte, l’erosione della spiaggia, perché solo così si potrà garantire la stabilità nel lungo termine delle presenze, ma anche la qualità della vita di chi abita e lavora a San Vito Lo Capo.

CON QUESTA PREMESSA CI CHIEDIAMO, INFINE, SE IL CONCETTO DI BENESSERE TERRITORIALE POSSA PRESCINDERE DALLE SEGUENTI RIFLESSIONI:

  • saremmo disponibili ad accettare un progetto che possa aumentare il carico antropico della nostra località? Un elemento fondamentale per inquadrare il fenomeno turistico e le sue complesse relazioni è la capacità di carico di una destinazione turistica, che può essere definita come: “il massimo utilizzo di un’area senza la creazione di effetti negativi sulle risorse naturali, nonché del contesto sociale e culturale locale” (Andriola e Manente, Turismo durevole e Sviluppo Sostenibile: il quadro di riferimento italiano, 2000). 

  • saremmo disponibili ad accettare un progetto finalizzato a potenziare la zona portuale ed il relativo traffico marittimo? Anche il WWF sottolinea come il traffico marittimo in continuo aumento sta mettendo a repentaglio l’ecosistema marino del Mediterraneo (link: https://www.wwf.it/ambiente/mare/mediterraneo/ )

In attesa di rivedere il progetto presentato sotto forma di masterplan lasciamo aperti i nostri interrogativi e ribadiamo con forza il nostro pensiero: qualunque progetto che non abbia come prioritaria la risoluzione del problema dell’erosione della spiaggia di San Vito Lo Capo non potrà essere preso in considerazione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteD’Angelo: “Rifiuti. La collaborazione tra istituzioni e cittadini utile per risolvere la problematica”
Articolo successivoIncendi a Castellammare, oggi consiglio comunale straordinario aperto