“Seminario internazionale sulle emergenze planetarie” a Erice

685

A Erice il numero 2 della Guardia di Finanza, generale Edoardo Valente

ERICE. Ad Erice trattati temi fondamentali che hanno sempre ricadute di carattere economico -finanziario e spesso implicazioni di non poco conto sulla sicurezza del nostro sistema paese e dell’Unione Europea. “Sono particolarmente lieto ed onorato di avere presenziato ad un evento di così alto livello, quale è la  52^ edizione del “Seminario  internazionale sulle emergenze planetarie”, organizzato dalla Fondazione Ettore Majorana, per il profilo dei temi trattati e per la straordinaria levatura dei conferenzieri che vi partecipano”. Lo ha detto il comandante in seconda della Guardia di Finanza, generale di corpo d’armata Edoardo Valente, che ha partecipato, come osservatore, ai Seminari di Erice.”Ho potuto apprezzare come l’occhio della Fondazione, sotto  la guida illuminata del professore Antonino Zichichi, sia particolarmente attento nel cogliere ed analizzare i temi più importanti per un futuro più sostenibile per il nostro Paese ed i suoi cittadini e più in generale per l’intera umanità – ha aggiunto il numero 2 delle Fiamme Gialle -.Si tratta di temi fondamentali che hanno sempre ricadute di carattere economico – finanziario e spesso implicazioni di non poco conto sulla sicurezza del nostro sistema paese e dell’Unione Europea. Oggi più che mai – ha aggiunto il generale Valente – bisogna guardare al futuro, intercettare le tendenze della società e i bisogni anche di sicurezza che ne promanano. Il Corpo della GdF e’ da tempo costantemente impegnato  su questo versante ed e’ particolarmente attento all’evoluzione del pensiero scientifico e a tutte le innovazioni che possano migliorare le proprie capacita’ di comprensione e quindi di controllo e di contrasto dei fenomeni criminali, anche quelli più pervasivi  che possono inquinare il tessuto economico e  minacciare la libertà  dei mercati  e del commercio del nostro Paese e della Unione Europea. Mi riferisco ad esempio alla cyber security economica, ai sistemi più evoluti per il monitoraggio dei flussi finanziari, tra cui anche l’Intelligenza artificiale applicata alle indagini finanziarie. Si tratta di tematiche tutte di grande interesse per migliorare le capacità investigative dei reparti del Corpo nelle loro varie articolazioni specialistiche”, ha concluso l’alto ufficiale, ringraziando “sentitamente” il professor Zichichi per l’opportunità.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Bastione Conca “ritorna” ai trapanesi
Articolo successivoLo spettacolo teatrale “L’Ammazzatore” chiude questa stagione de “L’Arabafenice”