Grande successo per “La notte si osservano”: la bellezza dell’universo vista dal Monte Bonifato  

531

ALCAMO. Si è svolto lo scorso venerdì 16 agosto il quarto appuntamento con la rassegna culturale “Artisti X Alcamo – L’Arabafenice”, organizzata dall’Associazione X l’Arte e Vivilbosco. Grande successo per “La notte si osservano”, l’osservazione astronomica condotta da Mario Giuseppe Guarcello, l’Astronomo dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Palermo ed esperto divulgatore per conto della società Science & Joy s.r.l.

Le perfette condizioni meteorologiche hanno permesso di montare i due telescopi messi a disposizione dall’INAF e di riuscire a fare un’osservazione perfetta: tra le tante cose, è stato possibile ammirare in maniera dettagliata Saturno con i suoi famosi anelli e Giove con i suoi satelliti Io, Europa, Ganimede e Callisto.

Tantissima gente ha affollato la terrazza della Funtanazza riempiendo di domande l’astronomo che ha risposto in maniera dettagliata ed attenta a tutte le domande che gli sono state poste.

Ci si prepara adesso per la serata conclusiva di questa stagione de “L’Arabafenice”: giovedì 22 agosto a partire dalle ore 19:30 nell’incredibile scenario dell’area picnic della Riserva Naturale Orientata di Monte Bonifato si potrà assistere allo spettacolo teatrale “L’Ammazzatore” di Rosario Palazzolo con la regia di Giuseppe Cutino. La rappresentazione va a sostituire lo spettacolo “Soda Caustica, o dal punto di vista”, già in programma, a causa dell’indisponibilità dell’attrice.

La partecipazione all’evento è gratuita e per ulteriori informazioni o prenotazioni si può telefonare al numero 328.9890361 o scrivere a info@boscoalcamo.it.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFesteggiamenti per la Patrona: variazioni del percorso dei bus navetta nelle giornate del 19, 20 e 21 agosto
Articolo successivoAmmodernamento dei binari nel trapanese
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.