Il senatore è un soggetto pericoloso

3203

Il Tribunale delle misure di prevenzione di Trapani ha disposto per tre anni l’obbligo di dimora a Trapani per l’ex sottosegretario all’Interno Tonino D’Alì

E’ stata depositata in cancelleria in queste ore  la decisione del Tribunale delle misure di prevenzione di Trapani che accogliendo la richiesta, risalente al maggio 2017, della Procura distrettuale di Palermo, ha applicato l’obbligo di dimora per tre anni a Trapani. I giudici al pari dei pm hanno ritenuto fondata la pericolosità sociale dell’ex sottosegretario all’Interno per i suoi contatti con Cosa nostra. La decisione adesso dovrà essere notificata all’ex senatore D’Alì.
**notizia in aggiornamento**
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFerro e Lombardo si dimettono da consiglieri comunali
Articolo successivo“Le acque del nostro mare sono cristalline. Nessun divieto di balneazione”
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.