Castellammare, ztl in centro attive fino al 15 settembre. Linee guida definitive approvate in giunta

1930

Il sindaco: “La sperimentazione accolta positivamente da attività e cittadini. Pedonalizzare zone nevralgiche della città consente di rendere più vivibile il centro cittadino. Parte il potenziamento dei controlli sulle ztl”

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “Ultimata la fase di sperimentazione, in centro città entrano definitivamente in funzione le zone a traffico limitato con gli aggiustamenti e le modifiche sottoposteci da associazioni, attività e cittadini e che abbiamo ritenuto potessero essere accolte senza stravolgere il nostro fine principale che è quello di rendere più vivibile il centro storico come abbiamo verificato positivamente in questa prima fase e come sottolineatoci anche da associazioni e cittadini. Le nuove e definitive ztl sono già state istituite con delibera di giunta comunale. Sono dunque in vigore e da questo momento saranno potenziati i controlli soprattutto per la verifica di chi  accede o sosta nelle ztl senza essere in possesso di pass”.

Lo afferma il sindaco Nicola Rizzo facendo presente che, dopo la sperimentazione avviata a luglio, sono adesso definitivamente attive le zone a traffico limitato che rimarranno in vigore fino al 15 settembre.  Le “Linee guida per la regolamentazione del traffico veicolare nelle zone a traffico limitato” sono state, infatti, approvate con delibera di giunta ed il comandante della polizia municipale, Giuseppe Giordano, ha emesso la relativa ordinanza di istituzione. Scattano quindi i controlli e diventano definitive le misure predisposte dall’amministrazione comunale.

“La sperimentazione ha dimostrato che rendere pedonali alcune zone nevralgiche della città consente di rendere più vivibile ed accogliente il centro cittadino altrimenti invaso da traffico praticamente incontrollabile come abbiamo avuto modo di verificare lo scorso anno-afferma il sindaco Nicola Rizzo-. La fase sperimentale, tra l’altro avviata dopo numerosi incontri di quartiere con la cittadinanza, è servita per aggiustamenti e modifiche che riteniamo possano essere funzionali al nostro scopo che è quello di contenere il traffico e riqualificare così il centro, garantendo maggiore sicurezza e riducendo l’inquinamento atmosferico e da rumore nelle zone più frequentate del territorio. In sintesi migliorare la vivibilità del centro. Abbiamo verificato che la scelta di istituire la Ztl consente di regolare, nei luoghi e nelle ore desiderate, il livello e le tipologie di traffico, senza dover ricorrere a chiusure permanenti. Il potenziato servizio gratuito di bus navetta ed il pass di sosta e transito rilasciato a residenti e proprietari, consente di raggiungere agevolmente il centro senza creare disagi a chi vive stabilmente in zone del centro o a chi vi ha attività commerciali”.

Le linee guida per la nuova circolazione stradale entrate in vigore, sono composte da 21 articoli:le ztl e le aree pedonali sono delimitate con segnaletica verticale come previsto dal codice stradale, istituite con delibera di giunta e stabilite con ordinanza dirigenziale. Fino al 15 settembre la ztl in viale Zangara (cala marina –zona azzurra), regolamentata dal varco elettronico,  sarà in vigore tutti i giorni dalle ore 20 alle ore 3, così come nella ztl nord (rossa) che comprende l’area urbana a nord di via Marconi, corso Mattarella, via Canale Vecchio (escluse le zone azzurra, arancione e viola). Anche la ztl sud (blu), cioè l’area a sud di via Marconi, corso Mattarella, via Canale Vecchio, è attiva tutti i giorni dalle ore 20 alle ore 3. Nel quartiere Madrice (pass viola) la ztl è in funzione dalle ore 20 alle 6 ed in zona largo castello (arancione) è attiva dalle ore dalle ore 18 alle ore 6. Nel borgo di Scopello ( marrone) ztl attiva tutti i giorni, tutto il giorno, fino al 31 ottobre. Nel percorso per accedere ai parcheggi ed alle zone adiacenti al cala marina, via Alberto Mario, piazza Europa e via Giacomo Medici, è consentito il transito a tutti i mezzi fino alle ore 22.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrecento “pesanti” pagine
Articolo successivoOrdinanza balneazione a Castellammare, l’opposizione: “Abbagliante ordinanza di agosto”