Rizzo: “Cose che colpiscono una comunità”. Abate: “Atto certamente criminale”

1935

Il rogo che ha interessato una grande area di Scopello, naturalmente, ha colpito l’intera comunità castellammarese, ma non solo

Un rogo che fa rabbia e non solo ai castellammaresi, perché colpisce la natura e porta alla mente roghi del passato che hanno investito duramente anche comunità limitrofe, quindi una rabbia comune, ma altrettanto comune la reazione. Sulla questione abbiamo contattato il Sindaco di Castellammare del Golfo, Nicola Rizzo, che ci ha dichiarato:

Cose queste che distruggono la natura e colpiscono una comunità in maniera evidente. Non può dirsi che il tutto sia occasionale. Infatti quasi contemporaneamente in 5 punti diversi sono partiti incendi. In queste condizioni non ci sono controlli che possono tenere. Condanniamo coloro che sono attori di questi atti criminali sperando che presto vengano individuati. Ringrazio tutti quelli che si sono adoperati per lo spegnimento. Vigili del Fuoco, Forestale, Carabinieri, Polizia di Stato, Protezione Civile, l’associazione di Protezione Civile Firerescue e la Croce Rossa italiana. E formulo le mie scuse ai tanti turisti che ieri sera hanno dovuto allontanarsi dalla zona colpita dal fuoco”.

Queste dichiarazioni si sommano a quelle rese ieri a mezzanotte, mediante comunicato, che hanno messo in evidenza la gravità dell’accaduto.

E anche il neo assessore alla protezione civile, Vincenzo Abate si era espresso, noi lo abbiamo contattato per dare notizia di sviluppi della vicenda e ci ha confermato che la situazione è sotto controllo e che sono state scongiurare conseguenze per i residenti e turisti presenti sul luogo dell’incendio, solo lievi danni alle cose. L’Assessore alla nostra domanda su come si può reagire ad un atto del genere, criminale, ha risposto che è “certamente criminale, che colpisce un patrimonio meraviglioso che viene sfregiato da persone che non hanno rispetto nemmeno del futuro dei loro figli, perché si compromette l’economia di un territorio“.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteEvacuato il Borgo di Scopello
Articolo successivoScopello, spenti gli ultimi focolai. In fumo circa 100 ettari di macchia mediterranea: “Fuoco partito da più punti”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.