“Il mio nome è Pietro”. Piero Ganci in un monologo teatrale nella trecentesca Chiesa Dell’Annunziata di Alcamo.

1493

ALCAMO. Su iniziativa dell’Associazione “L’Incontro, nel contesto delle manifestazioni culturali “Rivivere L’Annunziata tra Fede, Arte e Storia”, Piero Ganci, attore non professionista alcamese, da sempre impegnato nell’ambito del teatro amatoriale ed attivamente legato con la “Coop. Piccolo Teatro” di Alcamo, andrà in scena con un monologo teatrale sulla vita del primo degli Apostoli, Domenica 4 Agosto alle ore 20, presso il magnifico scenario della Chiesa Maria SS. Annunziata, Piazzetta Libertà Alcamo, con ingresso libero e gratuito.

Il monologo viene intercalato dalle musiche originali, eseguite al pianoforte da Michele Vella. Chi era Pietro? Un semplice pescatore della Galilea che, dall’incontro con Gesù sulla spiaggia del lago di Genezareth, è diventato un uomo nuovo.

Con le parole: “Da ora in poi ti chiamerai Pietro”, Gesù lo scelse per diventare timoniere della sua Chiesa. La storia di Pietro è divenuta uno spettacolo teatrale, “Il mio nome è Pietro”, sulla base di un suggestivo testo di Giampiero Pizzol. Nei panni dell’apostolo Pietro un appassionato Piero Ganci, che ha ridotto e adattato il testo in settanta minuti di puro spettacolo, dove la “parola” sovrasta la scena nella forma più classica di monologo, rendendolo fluido e caratterizzandolo con il dialetto siciliano. Da vero mattatore affronta in tono ironico, ed in parte tragicomico il personaggio di Pietro, irruente amico di Gesù e roccia di fondazione della Chiesa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSP 47, iniziano i lavori di sostituzione dell’illuminazione
Articolo successivoAssemblea sindacale dei lavoratori di EnergetikAmbiente. “Ci sentiamo abbandonati a noi stessi”