Forza Italia: “Rifiuti ad Alcamo: cronanca di un’emergenza annunciata”

1232

ALCAMO. Forza Italia si chiede se esistono ancora gli attivisti 5 Stelle e sottolinea: “sono ora amministratori, cattivi amministratori”. Poi mette in evidenza che se le vicende negative che caratterizzano ad oggi la situazione rifiuti ad Alcamo fossero avvenute nel periodo delle precedenti amministrazioni, si sarebbe scatenata la più feroce critica da parte del M5S. Questa è una parte del comunicato di Forza Italia, che interviene nella vicenda rifiuti, oggetto all’ordine del giorno di dibattiti anche accesi.

Forza Italia ricorda il “metteteci alla prova” che era slogan della campagna elettorale che poi ha visto vincere il M5S e Domenico Surdi come sindaco, e sottolinea che i cittadini pensavano che peggio di prima non poteva essere e si sono fidati, ma il risultato “è sotto gli occhi di tutti”.

3 anni di amministrazione 5 Stelle e “il  sogno è diventato un incubo e le  piazze e le strade sono sporche come mai.

“È vero – si legge nel comunicato – che prima o poi anche l’emergenza rifiuti finirà, ma il buon amministratore si adopera per prevenire la situazione di emergenza mettendo in campo le proprie competenze (quando le possiede…!).
E quando non riesce ad assicurare l’efficienza dei servizi ammette con umiltà di aver fallito.
Ma i nostri amministratori no…!
La colpa è sempre degli altri (quelli di prima…).
“Bisogna dare tempo…” dicevano dopo  il primo anno i loro elettori più “affezionati” o che non volevano ammettere a loro stessi di aver sbagliato a votarli.
Il nostro Sindaco è attento ai problemi dell’ambiente? Siiiiiiiiiiiiiii!”.

Nel comunicato si fa accenno anche alla problematica topi e blatte, anche collegata alla questione rifiuti, e si sottolinea che Alcamo e Alcamo Marina sono invase.

Inoltre Forza Italia critica l’amministrazione anche perché riducono “al minimo l’assunzione di responsabilità, parlano tanto e agiscono poco e neanche ricevono i cittadini, circostanza che per loro sarebbe un dovere ed un diritto per i cittadini essere ascoltati, ma forse non ascoltano chi li ha votati perché sanno che sarebbero sommersi da lamentele e rimostranze”.

“Il sindaco – continua il comunicato – è autorità sanitaria locale,  in questa veste, ai sensi dell’art. 32 della legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, può anche emanare ordinanze contingibili ed urgenti, con efficacia estesa al territorio comunale, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, lui non fa, sicuramente sarà colpa di chi li ha preceduti”.

“È ora di svegliarsi e agire. Forza Italia – conclude il comunicato – c’è e vuole iniziare un nuovo percorso per un nuovo governo della nostra città.
In tanto caro Sindaco o ti  attrezzi  per  organizzare un raccolta dei rifiuti che sia degna di questo nome o torna a fare l’attivista del Movimento 5 Stelle E TI DIMETTI”.